Operazione antidroga a Campione d’Italia. Nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 14 dicembre, i Carabinieri del Nucleo dell’exclave hanno arrestato in flagranza di reato due giovani albanesi, residenti nel varesotto.  A loro carico c’è l’accusa di produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti e psicotrope, verosimilmente destinato alla “piazza” di Campione d’Italia e del Canton Ticino.

Operazione antidroga a Campione d’Italia

Da alcuni giorni, i militari dell’exclave avevano notato nel territorio strani movimenti di personaggi non conosciuti che, a bordo di più autovetture, accedevano dall’arco di confine per recarsi nei boschi del territorio campionese. Dopo i primi accertamenti e servizi di osservazione, nel tardo pomeriggio di ieri, gli operatori hanno notato una Volkswagen Golf con a bordo i due individui già “attenzionati” raggiungere la consueta meta in zona boschiva.

I Carabinieri hanno così deciso di intervenire in forza. I due individui sono stati quindi bloccati e subito è stata eseguita una attenta ricerca nella zona boschiva; interrati nei pressi di un albero ad alto fusto, sono stati rinvenuti due vasetti in vetro con al loro interno 15 sacchettini in plastica. Contenevano ciascuno 10 dosi in scaglie di cocaina, per un totale di 150 dosi pronte allo spaccio, del peso complessivo di oltre 120 grammi.

Leggi anche:  Violentata e sequestrata in casa: Carabinieri arrestano l'aguzzino

I due soggetti, Leon Pjetri, 22 anni, e Elvis Mitaj, 29 anni, entrambi albanesi residenti a Varese, sono quindi stati dichiarati in arresto e accompagnati presso la casa Circondariale Bassone di Como, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

TORNA ALLA HOME E GUARDA TUTTE LE ALTRE NOTIZIE IN MENU