Andranno avanti anche nei prossimi giorni le ricerche di Pio Mainetti, l’uomo di 65 anni residente a Perledo, scomparso tre giorni fa,  dopo essere uscito per un allenamento sportivo.

Nessuna traccia di Pio Mainetti, lo skyrunner disperso nei boschi.

L’uomo, grande sportivo, appassionato di corsa in montagna e  conoscitore del territorio (aveva anche partecipato alla Esino Skyrace), è uscito di casa martedì mattina per la consueta sessione di allenamento.

Quando nel pomeriggio la moglie e i figli non lo hanno visto rientrare si sono preoccupati e hanno messo in moto la macchina dei soccorsi.

Decine gli uomini che  sin dal pomeriggio di martedì si sono inerpicati nelle zone impervie tra Perledo, Parlasco ed Esino. In campo a più riprese anche le unità cinofile  mentre i cieli della zona sono stati attraversati ripetutamente degli elicotteri del soccorso. Le ricerche, proprio oggi sono state estese fino alla Valsassina. Al momento però doll’uomo non vi è traccia. Per questo le ricerche proseguiranno anche nei prossimi giorni.

Leggi anche:  Ha ucciso nonni e zia e avvelenato altri cinque famigliari: assolto

5 squadre in campo

Nello specifico, si stanno organizzando cinque squadre, composte da CNSAS Soccorso alpino e speleologico – XIX Delegazione Lariana,  SAGF Soccorso alpino Guardia di finanza e Vigili del fuoco, che batteranno i sentieri nelle zone dei comuni di Perledo, Varenna, Bellano, Esino e Parlasco.

Ricerche anche durante la Esino Skyrace

Resterà istallata anche la base operativa allestita presso il comune di Parlasco. Le squadre saranno impegnate anche nella giornata di sabato e domenica, in concomitanza con lo svolgimento della gara “Esino Skyrace”, già in programma,  il cui itinerario è all’interno della zona interessata nella ricerca.