Nel lecchese meno furti, ma aumentano rapine, estorsioni, vandalismi e truffe. E’ questo il bilancio tracciato oggi dalla Polizia di Lecco che ha celebrato  il 167esimo anniversario di fondazione della Polizia di Stato con una partecipata cerimonia a Palazzo delle Paure.

LEGGI ANCHE Eroi di tutti i giorni: i poliziotti lecchesi premiati. Omaggio speciale all’agente investito dagli spacciatori

L’impegno degli uomini e delle donne che vestono la divisa delle Polizia è stato sottolineato, come è stato omaggiata l’attività quotidiana, spesso silenziosa, che ha come l’unico obiettivo la sicurezza dei cittadini.

Nel Lecchese meno furti, ma aumentano rapine, estorsioni, vandalismi  e truffe

Guardando ai dati dal raffronto tra il 2017 e il 2018 emerge che il numero complessivo dei reati denunciati risulta pressoché costante, mentre aumentano gli arresti operati dalla Polizia di Stato, le persone e le auto controllate.

Il numero elevato di omicidi fa riferimento in realtà a cinque ipotesi di omicidio stradale e ad un tragico matricidio consumato il giorno di Natale a Robbiate da parte di un soggetto in cura per malattie mentali.

LEGGI ANCHE Omicidio a Natale: uccide la madre e poi tenta di togliersi la vita

Costante appare il numero delle misure di prevenzione adottate. Durante la cerimonia è stato inoltre sottolineato il positivo risultato ottenuto grazie  l’implementazione di alcuni sistemi di videosorveglianza  installati in alcuni comuni. Le telecamere  infatti sono  utili come misura di sicurezza passiva e sono collegate al sistema nazionale di controllo targhe e transiti.

 

Tante e tutte decisamente importanti le operazioni portate a termine dagli uomini della Squadra Mobile, della Digos e  dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico.  Basti pensare alle tante indagini condotte per fermare il fenomeno dello spaccio di droga.

Leggi anche:  Domani la Filarmonica Giuseppe Verdi di Lecco in concerto per i suoi 210 anni

Droga 24 ore su 24: maxi blitz della questura di Lecco, spacciatori in manette FOTO E VIDEO

Presi gli spacciatori che vendevano cocaina nei boschi

O a quelle  per il contrasto a rapine, furti e truffe. Senza dimenticare gli odiosi reati di violenza sui minori e sulle donne

Ufficio immigrazione

Intensa l’attività compiuta durante l’anno dall’ufficio immigrazione. Il 2018 è stato caratterizzato dall’emergenza profughi provenienti dal nord Africa, per lo più di nazionalità  della Costa d’Avorio, Senegal, Etiopia, Siria, Nigeria, Mali, Pakistan e Gambia, che sono stati collocati in più strutture di accoglienza presenti in Provincia.

Da inizio emergenza sono giunti in questa Provincia 3395 profughi (nel 2018 ne sono arrivati 184), di costoro 918 sono attualmente presenti nelle strutture e 908 hanno formalizzato istanza di protezione. Sono stati deferiti alla Autorità Giudiziaria 68 stranieri che, a vario titolo, hanno violato le norme sull’immigrazione.

La polizia ferroviaria

Tante le operazioni portate a termine dagli agenti della Polfer  cge hanno sgominato diverse baby gang e hanno messo a segno diversi arresti

LEGGI ANCHE Rapinano e minacciano un ragazzino sul treno: due giovanissimi, di cui un minore, fermati dalla Polizia

Polstrada