Ieri mattina a Pontida,  dopo una breve malattia, è morto all’età di 87 anni dom Paolo Lunardon. Dal 2005 era tornato, come monaco benedettino, nell’Abbazia di San Giacomo di Pontida, dove aveva fatto il suo ingresso il 26 aprile del 1944. Infatti molti lo ricordano come il frate che a fine anni Cinquanta insegnava canto ai chierichietti pontidesi.

Dom Paolo Lunardon

Nasce il 25 maggio 1930 a Cuasso al Monte, provincia di Varese (Lombardia). Trascorre tuttavia la sua infanzia e giovinezza in provincia di Bolzano. Nel suo percorso di studi si laurea in teologia, biblioteconomia e in paleografia presso la Scuola Vaticana. Successivamente si diploma in Scienze Archivistiche a Milano. Nel 1971 si laurea in storia e filosofia presso l’Università Cattolica di Milano.

Il 60° anniversario a Bolzano

Il 24 luglio 2017 la comunità di Chiusa ha festeggiato i suoi 60 anni di ordinazione sacerdotale. La famiglia Lunardon infatti nel 1936 si trasferì in questo comune dell’attuale provincia autonoma di Bolzano. Qui, dom Paolo Lunardon, vi trascorse parte della sua infanzia e gioventù. Inoltre nel 1956 a Chiusa celebrò la sua prima messa. Tuttavia per i festeggiamenti del sessantesimo anniversario era presente il vescovo di Bolzano – Bressanone Ivo Muser.

Leggi anche:  Carovana del sorriso: oltre 200 persone alla cena di Natale FOTO

La vocazione ecclesiastica

Doti innate e una forte vocazione lo portarono ad intraprendere la carriera ecclesiastica. Infatti la sua vivace intelligenza e lo spirito di sacrificio lo portarono a ricoprire incarichi prestigiosi e di grande responsabilità. L’8 luglio del 1956 fu ordinato sacerdote a Montecassino. Dal 1980 al 1986 fu visitatore della Congregazione Cassinese. Ebbe poi la nomina di priore del monastero di San Pietro di Assisi. Dal novembre 1992 a maggio 1995 fu Amministratore Apostolico della Santissima Trinità di Cava dei Tirreni. Dal 1997 al 2005 fu abate ordinario di San Paolo fuori le Mura. Tuttavia tra i vari incarichi fu anche delegato pontificio della patriarcale basilica ostiense. Tuttavia, lasciata la carica per raggiunti limiti d’età, negli ultimi anni era tornato come monaco benedettino nell’Abbazia di Pontida.

Venerdì i funerali

Questa sera sarà possibile partecipare alla veglia funebre per dom Paolo Lunardon. Domani alle ore 15,30 saranno celebrati i funerali presso l’Abbazia di San Giacomo a Pontida.