Morte sospetta in convento, telecamere di Report a Merate.

Una morte sospetta in convento  a Sabbionecello

Cinquanta milioni di euro spariti dalle casse dell’Ordine dei Frati Minori, trasferiti su conti svizzeri e quindi reinvestiti per la realizzazione di complessi immobiliari in Africa e Medio Oriente. Il broker di fiducia dell’Ordine, Leonida Rossi, 78 anni, residente a Lurago d’Erba, trovato morto suicida nella sua villa in circostanze misteriose prima dell’arrivo dei finanzieri. E un testimone chiave delle indagini, padre Francesco Bravi, all’epoca dei fatti vicario generale e presidente provinciale dei Frati Minori, morto improvvisamente a 61 anni nel convento di Sabbioncello. Sono questi gli ingredienti di una vicenda, tanto sconvolgente quanto misterosa che ha portato a Merate anche le telecamete della trasmissione Reporto

Padre Francesco Bravi

Padre Francesco Bravi, uno dei testimoni chiave della maxi inchiesta sulla truffa all’Ordine dei Frati Minori, è infatti deceduto proprio a Merate. Affetto da Parkinson, si era ritirato nel 2016 per fare il direttore spirituale e confessore.

Leggi anche:  Ancora un minorenne in ospedale per troppo alcol SIRENE DI NOTTE

Doppia paginaspeciale  sul Giornale di Merate in edicola dal 29 aprile Da pc clicca qui per la versione sfogliabile, mentre sul tuo cellulare cerca e scarica la app “Giornale di Merate” dallo store.