Meno incidenti ma più morti sulle nostre strade nel 2018. Il bilancio arriva dalla Polzia Stradale di Lecco che lo scorso anno ha garantito la sicurezza sulle nostre  arterie con oltre 2400 pattuglie.

Il bilancio della Polstrada

Oltre 10.400 infrazioni, tra le quali spiccano (quasi 3700) quelle concernenti la violazione dell’art. 176 cc. 11 e 21 Cds relative al mancato versamento del pedaggio autostradale che la Sezione ha incominciato a contestare dal mese di ottobre.

LEGGI ANCHE Strage di patenti sulla Statale 36: un un anno oltre 1000 multe

Per quanto riguarda la violazione dell’art. 173 cds, concernente il mancato uso dell’auricolare o del viva voce, sono state oltre 200.  Da ultimo, il mancato uso delle cinture di sicurezza si è attestato ad oltre 540 violazioni. I punti patente decurtati, a causa della violazione delle norme che prevedono tale detrazione(come ad esempio l’uso del cellulare o il mancato uso della cintura di sicurezza, ma anche il mancato pagamento del pedaggio), sono stati oltre 17.300.

Alcol e droga al volante

Le contestazioni per la guida in stato di ebbrezza sono state oltre 310 (di cui quasi 40 per guida in stato di alterazione da sostanze psicoattive), mentre i soli servizi dedicati alle cosiddette stragi del sabato sera (durante i fine settimana) sono stati circa 60, durante i quali sono stati controllati oltre 870 conducenti.

Meno incidenti ma più morti sulle nostre strade nel 2018

Per quanto riguarda l’attività infortunistica, si può ritenere un sostanziale aumento del fenomeno degli incidenti con esito mortale. Infatti, sono stati 11, rispetto ai 9 dell’anno precedente. Nel numero è compreso, pur non rilevando per la provincia di Lecco, il tragico sinistro verificatosi il 16 dicembre sulla SS38 con ben 6 deceduti, in quanto, con l’apertura della cosiddetta “Variante di Morbegno”, avvenuta il 29 ottobre, il personale della Sottosezione di Bellano ha esteso la propria vigilanza stradale su quella tratta di strada .Degna di nota, invece, la riduzione degli incidenti in generale, anche con lesioni.Infatti sono stati oltre 370 gli incidenti rilevati dall’ufficio di Lecco e dalla Sottosezione di Bellano,con una diminuzione del 17 %, in quanto nell’anno 2017 erano stati poco più di 450. In particolare i sinistri con lesioni sono stati poco più di 210, mentre quelli con soli danni 151.

I mezzi pesanti

Il personale ha svolto anche numerosi controlli nell’ambito del trasporto professionale,verificando, tra gli altri, il rispetto della disciplina europea che impone il rispetto di ferree regole  di guida e di riposoper garantire la massima efficienza psico-fisica dei conducenti durante l’attività di guida. In questo senso sono stati controllati oltre 1250 veicoli commerciali elevando oltre 870 contestazioni.

Leggi anche:  Parcheggiare a Lecco: nuovi abbonamenti e presto la mappa

Truffe per conseguire la patente: 13 denunciati

Per quanto attiene all’attività di Polizia Giudiziaria, sono state compiute indagini su diversi fronti.· in materia di frodi per il conseguimento della patente di guida sono state denunciate 13 persone con il sequestro di microcamere installate su bottoni e ricetrasmittenti invisibili intra-auricolari.  Sono POI  state rinvenute 13 autovetture e 2 motocicli provento di furto.

Spaccio di droga

Sono state arrestate 5 persone per spaccio di stupefacente, mentre la sostanza sequestrata  è stata in totale: 6,2 kg di hashish e 25,00 grammi di cocaina.

L’attività di prevenzione e il rapporto con i giovani

Dal punto di vista della prevenzione, numerose le campagne di educazione stradale presso vari istituti scolastici, tra quelle più note, poiché ormai da molti anni messa sul campo, è “Icaro”,promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’Università “La Sapienza” di Roma, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero dell’Istruzione,dell’Università e della Ricerca, il Moige, la Fondazione ANIA per la sicurezza stradale, la Federazione Ciclistica Italiana, la società SINA del gruppo autostrade ASTM-SIA e il gruppo Autostrade del Brennero. In più occasioni il personale è stato impiegato in manifestazioni cosiddette di piazza, con la presenza del parco veicolare e motociclistico, nonché con il Pullman Azzurro. L’aula itinerante ha coinvolto bambini in giochi e curiosità per avvicinarli alla sicurezza stradale in modo naturale ed accattivante, con personale qualificato che ha risposto ai numerosissimi quesiti dei giovani e futuri conducenti, ma anche di coloro che sono patentati da anni.

Il servizio al giro

Infine il personale della Polizia Stradale di Lecco abbia partecipato attivamente ed in prima linea, non solo alla scorta a numerose gare ciclistiche transitate  nella provincia, ma anche con un motociclista al Giro d’Italia femminile e, con due motociclisti ed una autovettura, alla scorta alla gara internazionale Giro d’Italia maschile  garantendo la costante vigilanza e sicurezza dei numerosi agonisti, per tutto il percorso, partito in Italia dalla città di Catania e conclusosi a Roma.