Maxi operazione di Finanza e Polizia di Lecco: professionista in manette e sequestrati 12 milioni di euro.

Indebite compensazioni: professionista in manette e sequestrati 12 milioni di euro

I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Lecco e gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Lecco, coordinati dalla Procura della Repubblica di Bergamo, oggi, martedì 22 gennaio, hanno dato esecuzione, ad una misura cautelare in carcere nei confronti di un professionista di Bergamo, accusato di associazione a delinquere finalizzata alle indebite compensazioni. Non solo ma contemporaneamente è stato effettuato il sequestro preventivo di 12 milioni di euro.

Una lunga e complicata indagine

L’arresto e il sequestro di oggi sono il frutto e la prosecuzione di una più vasta attività di indagine nei confronti un sodalizio criminale, composto anche da vari consulenti. Il gruppo finito sotto la lente di Fiamme Gialle e Questura  aveva  utilizzato crediti d’imposta, di fatto inesistenti, per compensare debiti tributari e contributivi.

LEGGI ANCHE Colossale truffa di professionisti e consulenti svelata da forze dell’ordine lecchesi VIDEO

Leggi anche:  Donne picchiate a Lecco: in carcere l'aggressore della stazione. IL VIDEO DELL'ARRESTO IN OSPEDALE

 

Era già stato arrestato  il direttore dell’Inps di Sondrio

Le indagini avevano già portato, nel maggio del 2018, all’arresto del direttore dell’INPS di Sondrio Angelo D’Ambrosio, e nel novembre dello stesso anno all’esecuzione di numerosi sequestri di quote societarie, denaro contante e automezzi di lusso nei confronti di numerosi professionisti  e di società operanti in varie provincie d’Italia.

LEGGI ANCHE Corruzione Fiamme Gialle e Questura arrestano direttore Inps