Maxi servizio coordinato dei Carabinieri questa mattina nell’Isola bergamasca. Sono state controllate numerose attività commerciali, persone, veicoli in transito e perquisite due abitazioni della zona alla ricerca di sostanze stupefacenti.

Maxi operazione dei Carabinieri nell’Isola

Il maxi servizio è cominciato alle 7 e si è concluso alle 12. L’operazione è stata coordinata dal comandante della stazione di Calusco Attilio Paolillo e dal capitano della Compagnia di Zogno Emanuele Tanzilli. Coinvolte due pattuglie da Calusco e cinque da Zogno, supportate dalle unità del Nucleo Elicotteri e del Nucleo Cinofili di Orio al Serio.

Controlli a tappeto sulle strade

In particolare, sono stati controllati numerosi veicoli e persone in transito, alcune delle quali sono state sottoposte a perquisizione. Circa 120 persone le persone identificate, 26 delle quali con precedenti per reati di tipo predatorio o spaccio. Inoltre sono state contestate 12 contravvenzioni al Codice della Strada. I posti di controllo sono avvenuti con l’ausilio del Nucleo Elicotteri, che controllavano la zona dall’altro in contatto radio con i colleghi sulle strade.

Quattro denunce a piede libero e un arresto

Nell’ambito del maxi servizio coordinato sono state denunciate a piede libero quattro persone e arrestata un’altra.  Un ragazzo di 29 anni è stato denunciato per tentato furto in un bar della zona perché notato mentre infrangeva la vetrata dell’esercizio commerciale, mentre un ragazzo 20enne di origine marocchine è stato trovato in possesso di 2 grammi circa di cocaina e di 7 grammi circa di hashish nascosti nel giubbotto mentre si trovava a bordo della propria auto. Altre due persone, un italiano di 55 anni e un marocchino di 35, sono state perquisite nella propria abitazione con l’aiuto del Nucleo Cinofili e del cane antidroga Grom per la ricerca di sostanze stupefacenti. Non sono state rinvenute tracce di droga, ma i Carabinieri hanno sequestrato cellulari, schede sim, materiali per confezionamento delle dosi e altri strumenti usati per lo spaccio. Infine, è stato arrestato un uomo marocchino di 29 anni che, controllato dai militari operanti, è risultato essere colpito da un ordine di carcerazione per reati inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti.