Lecco e il mondo della scuola piangono Bianca Brambilla Sala. La storica docente lecchese si è spenta a 69 anni. I funerali saranno celebrati nella Basilica di San Nicolò – Lecco, giovedì 16 maggio alle ore 15.30.

Addio a Bianca Brambilla Sala

Appassionata insegnante, aveva  dedicato tutta la sua vita alla cura e  all’organizzazione dell’educazione dei giovani con entusiasmo e capacità di innovazione. Per anni aveva insegnato nelle scuole pubbliche lecchesi. Poi, nel 1983 fu tra le fondatrici della secondaria di primo grado paritaria di ispirazione cattolica “Massimiliano Kolbe” di Rancio. Fu preside della scuola fino al 2016, anno in cui L’amministrazione comunale di Lecco decise di assegnarle la massima benemerenza cittadina, ovvero il Nicolino d’Oro.

L’amore per la scuola

“Ricordo quel ragazzo, di formazione tanto diversa dalla nostra – aveva detto Bianca Brambilla Sala sul palco del sociale in occasione della cerimonia di consegna della benemerenza- che una volta, era pomeriggio tardi, mentre gli dicevo che la scuola doveva chiudere, e dovevamo andarcene, mi ha risposto: “Ma questa è la mia casa”. Ho sempre, abbiamo sempre voluto che la scuola fosse dove uno si sente a casa. Il nostro compito di educatori è uno solo: aiutarci a scoprire il diamante che c’è in ogni ragazzo, portarlo alla lu ce, farlo brillare per lui e per tutti”.

Leggi anche:  Sparatoria, il ferito è salvo per miracolo LA DINAMICA DEI FATTI

I ricordi

Il cordoglio del Cda della Cooperativa Sociale Nuova Scuola e dei presidi delle scuole Pietro Scola, Kolbe e Liceo Leopardi.

Nella serata di ieri la nostra cara Bianca Brambilla Sala, preside per più di trent’anni della scuola “Massimiliano Kolbe” e responsabile di “Compiti Point”, è tornata alla casa del Padre. La sua vita è stata caratterizzata da un intelligente e appassionato impegno nel mondo dell’educazione. Attraverso la sua opera ha manifestato la presenza di Gesù Cristo qui ed ora, origine del suo sguardo attento a svelare “il diamante nascosto in ciascun ragazzo e a dargli modo di brillare”, come amava spesso ripetere. Siamo grati a Bianca per aver testimoniato a noi e alla città intera la bellezza dello spendersi per il bene comune. Invitiamo tutti a pregare affinché l’abbraccio misericordioso del Padre la accolga in Paradiso, da dove siamo certi che continuerà a sostenere con materno affetto il cammino dei nostri ragazzi e di tutti noi.

Il Consiglio di Amministrazione

I presidi Francesco, Annamaria e Paola