Lecco è  ancora sotto choc per l’incidente costato la vita a Daniele della Bella, il 27enne morto sabato  11 maggio 2019, a Olginate in un infortunio sul lavoro avvenuto all’interno della Autotrasporti Batazza, la ditta del nonno Angelo Batazza. Una tragedia che porta prepotentemente alla ribalta la piaga delle morti sul lavoro che in questo 2019 sta insanguinando il nostro territorio. Da gennaio, tra la Brianza e Lecchese, hanno perso la vita sette persone sul luogo di lavoro.

LEGGI ANCHE Infortunio mortale alla Battazza Trasporti di Olginate, un 27enne ha perso la vita

Da gennaio 7 morti sul lavoro nel Lecchese e in Brianza

“Il 2019 – commenta amara Rita Pavan, segretaria generale Cisl Mbl – è l’annus horribilis degli incidenti sul lavoro. Da gennaio hanno perso la vita sette persone nel Lecchese e in Brianza”. Nella nostra provincia, prima dle giovane lecchese  a perdere la vita a inizio marzo era stato  stato Gianluigi Bonfanti, 64 anni, morto schiacciato da un macchinario nella sua azienda di Olgiate.  “Quella della sicurezza sui luoghi di lavoro sta diventando un’emergenza. Come sindacato chiediamo che gli enti preposti mettano in campo tutti i mezzi possibili per evitare il ripetersi di simili tragedie. Non si può pensare di uscire di casa la mattina per andare a lavorare e non farvi più ritorno. Un lavoro più sicuro è per noi la precondizione per parlare di lavoro».

Leggi anche:  Ragazzina di 16 anni investita sulla Provinciale: è in condizioni serie

LEGGI ANCHE Primo Maggio a Lecco: “Non si può uscire di casa per andare a lavorare e non farci più ritorno” FOTO E VIDEO

Le iniziative dei sindacati

Proprio per attirare l’attenzione su questo dramma, la Cisl, insieme a Cgil e Uil, hanno deciso alcune iniziative unitarie. Dopo il presidio organizzato il 17 aprile davanti alla sede di Regione Lombardia per rivendicare più sicurezza nei luoghi di lavoro e la festa del Primo maggio dedicata alla sicurezza negli ambienti lavorativi, si proseguirà il 20 maggio con attivo unitario dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza della Brianza e il 7 giugno con la marcia dei Rls della Brianza. L’assemblea unitaria dei Segretari generali e dei delegati alla sicurezza ha anche elaborato una Piattaforma unitaria «Sicurezza e salute sul lavoro: il lavoro è vita».

«Il sindacato intende essere protagonista di una nuova stagione di sviluppo del territorio – conclude Rita Pavan -, senza assistere a un nuovo aumento degli infortuni e a una diffusione di nuove malattie professionali. In tema di prevenzione, i sindacati ribadiscono come il Decreto Legislativo n. 81/2008 rappresenti il primo strumento di riferimento, anche se tuttora necessita di diversi decreti attuativi».