La Provincia di Lecco ha formalmente richiesto a Regione Lombardia di attivarsi per ottenere dallo Stato la dichiarazione dello stato di emergenza, a seguito dei gravi eventi meteorici verificatisi nella seconda metà di agosto, in particolare gli eventi di estrema criticità che hanno interessato pesantemente l’Area del Meratese. 

LEGGI ANCHE 

Maltempo: 104 interventi dei Vigili del Fuoco FOTO

Terza notte di disastri per il maltempo: strade chiuse per frane e allagamenti. Esondato il Bevera. FOTO E VIDEO

ECCO I DATI IMPRESSIONANTI DELLA PIOGGIA CADUTA SUL MERATESE

Strade come fiumi: acqua, detriti e fango ovunque, disastro nel Meratese NUOVE FOTO E NUOVI VIDEO

Ferrovia interrotta per il maltempo: ripresa la circolazione sulla Lecco-Carnate-Milano FOTO

La Provincia di Lecco ha evidenziato a Regione Lombardia che servono interventi straordinari, in continuità con quanto già avvenuto in seguito al maltempo di giugno e ai successivi eventi di inizio agosto a Casargo, che hanno portato alla dichiarazione dello stato di emergenza. 

La Provincia chiede lo stato di emergenza per il Meratese dopo i nubifragi di fine agosto

La Provincia di Lecco in questi ultimi mesi è stata pesantemente colpita da eventi di carattere eccezionale, che hanno interessato il territorio, danneggiato le infrastrutture per la mobilità e causato anche gravi danni a infrastrutture private. Gli ultimi eventi in ordine di tempo hanno colpito l’area del Meratese e ingente è l’impegno e il coinvolgimento del sistema di protezione civile a tutti i livelli, comunale, provinciale e regionale profuso in questi giorni.

Leggi anche:  Tragedia a Venezia: con Fabio Buzzi morto anche l'oggionese Luca Nicolini

LEGGI ANCHE Maltempo, nubifragi raddoppiati nell’estate 2019: “Lecchese e Valsassina tra le aree più colpite”

Il Presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli e il Consigliere provinciale delegato Elena Zambetti, che ha incontrato nei giorni scorsi il Sindaco Panzeri di Merate e il Sindaco di Brivio Airoldi per avere un quadro dettagliato della situazione, dichiarano: “Ribadiamo la necessità di arrivare in tempi brevi alla dichiarazione dello stato di emergenza da parte del Governo e auspichiamo che le risorse stanziate siano adeguate per fronteggiare i fenomeni di dissesto idrogeologico del nostro territorio, dalla Valsassina alla Brianza. La Provincia si è impegnata fin da subito su questo fronte e il recente bando per contributi ai Comuni con le attività di Fiumi Sicuri ne è un concreto esempio. La progressiva intensificazione dei fenomeni richiede di dare avvio a un piano straordinario di prevenzione dal dissesto idrogeologico e la Provincia di Lecco è al fianco dei Sindaci e dei cittadini, consapevole che andranno intensificati gli sforzi in questa direzione e considerando la prevenzione una priorità assoluta. Confermiamo quindi la disponibilità della Provincia di Lecco a supportare e sostenere, con Regione Lombardia, le istanze e le necessità dei Comuni del nostro bellissimo ma, purtroppo, fragile territorio”.