Inseguito dai carabinieri e arrestato, in auto aveva hashish e cocaina. Nei guai un marocchino 25enne irregolare. Guidava un’autovettura intestata a un prestanome “proprietario di 150 veicoli”.

Inseguito dai carabinieri

Ancora un inseguimento “da film” nella Bassa Bergamasca. Due “gazzelle” del 112 hanno ingaggiato un inseguimento con una Golf guidata da un marocchino 25enne ed intestata ad un prestanome magrebino “proprietario” di altre 150 autovetture. L’inseguimento si è spinto da Filago sino a Bonate Sopra, passando per Bottanuco, Suisio, Medolago, Solza, Chignolo d’Isola e Terno d’Isola. Violate “tutte” le norme al codice della strada da parte del fuggitivo che, a Bonate Sopra, si è poi schiantato contro delle auto in sosta.

Scappa a piedi, fermato

Ha poi tentato una fuga a piedi, finché i carabinieri non l’hanno ammanettato e così arrestato in flagranza di reato per resistenza a Pubblico Ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Lo straniero, infatti, durante la corsa, ha cercato di disfarsi della droga che aveva con sé: una trentina di grammi di hashish ed alcuni grammi di cocaina già suddivisa in dosi, nonché denaro contante e diversi telefoni cellulari, il tutto riconducibile all’attività di spaccio.

Leggi anche:  Violentata e sequestrata in casa: Carabinieri arrestano l'aguzzino

Dopo le formalità di rito, il 25enne marocchino è stato temporaneamente ristretto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Treviglio, in attesa dell’udienza di convalida prevista per questa mattina davanti al Tribunale di Bergamo.

TORNA ALLA HOME