“Attenzione: non è un’esercitazione: a causa di un incendio scoppiato in un’ azienda a Filago, in via precauzionale, si chiede a tutta la popolazione di chiudere porte e finestre ed evitare di sostare in luoghi aperti. Dalle autorità non vengono segnalati pericoli di tossicità”.

Incendio a Filago, l’appello

Questo l’appello pubblicato questa sera dalla Protezione civile di Chignolo d’Isola in merito a un incendio divampato a Filago.  Come riportano i colleghi del giornaleditreviglio.it nonostante non ci sono evidenze di tossicità, per precauzione l’appello è stato diramato e condiviso anche dal sindaco di Chignolo Ramon Crespolini. L’invito, riferisce il primo cittadino, è arrivato dal Prefetto. Anche altri sindaci dell’Isola hanno condiviso la stessa precauzione. “Attenzione è appena scoppiato un incendio in una ditta di Filago, mi ha appena chiamato il prefetto di Bergamo, siete invitati tutti, in via precauzionale, a tenere le finestre chiuse fino a nuova comunicazione, grazie della collaborazione e soprattutto inoltrate questo post, grazie” ha  scritto Crespolini.

Far Polimeri

L’incendio è divampato nello stabilimento in un’azienda chimica di Filago, la Far Polimeri, forse a partire da un serbatoio di smesso. Sul posto, in via delle Industrie, i Vigili del fuoco (anche quelli del  Nucleo Nucleare, biologico, chimico e radiologico di Milano), l’Ats e    il personale del 118. Non risultano feriti né intossicati.

Leggi anche:  Trovato il corpo senza vita di Giovanni Di Bello

L’ultimo aggiornamento