La benedizione speciale del vescovo di Bergamo, monsignor Francesco Beschi, ha ufficializzato la nascita della nuova Unità pastorale calolziese.

Celebrazioni iniziate in piazza, poi il corteo

Tre parrocchie, quelle di Calolzio, Foppenico e Sala, si sono così definitivamente unite dopo tre giorni di festeggiamenti che sono iniziati mercoledì 16 ottobre con una serata teleologica all’oratorio di Sala e la preghiera di affidamento a Maria di venerdì 18 al Santuario del Lavello. Momento clou delle celebrazioni è stato oggi, domenica, con l’istituzione dell’Unità Pastorale suggellata del vescovo Beschi.  La giornata si è aperta con l’arrivo in piazza Vittorio Veneto del vescovo Beschi, accolto dal sindaco di Calolziocorte Marco Ghezzi e dall’Amministrazione comunale schierata al completo.

Chiesa gremita per la messa dell’Unità pastorale

Da lì è partito il corteo fino alla chiesa parrocchiale dove sua Eccellenza è stato ricevuto calorosamente dai fedeli, che hanno riempito le navate, e celebrato la messa, animata dalle corali della nuova Unità pastorale, alla presenza di tutti i preti della Valle San Martino.
“In un’epoca dove ognuno pensa a se stesso, ai propri interessi, oggi la città di Calolziocorte mette le radici all’albero buono e i suoi frutti saranno bene, unità e carità”, ha detto il vescovo nella sua omelia.

Leggi anche:  Imbrattata la targa per il pacifista Vittorio Arrigoni: è la quarta volta

Mario Stojanovic