Furto in casa del parroco emerito di Pescate  don Enrico Mauri. Il colpo è stato messo a segno questa notte di soliti ignoti.

Furto in casa del parroco

A confermare l’accaduto è don Matteo Gignoli. Don Enrico si è accorto di tutto al risveglio stamattina  spiega. “Sono spariti portafoglio  e documenti”.  Secondo una prima ricostruzione  I ladri, per entrare nella casa parrocchiale avrebbero  rotto il vetro di una finestra. Poi, una volta nell’appartamento, avrebbero  forzato alcune porte. Fortunatamente i religioso questa notte non si è svegliato, rischiando di trovarsi di fronte i malviventi. “Purtroppo rimangono lo spavento e la sensazione di insicurezza” commenta affranto don Gignoli.

Il sindaco

“Stiamo visionando le immagini immortalate dall’impianto di videosorveglianza” spiega i sindaco di Pescate Dante de Capitani. “Nel nostro paese ci sono ben 52 occhi elettronici e da qui non si sfugge. Stiamo trasmettendo tutto ai Carabinieri”.

I precedenti

Quello di stanotte è solo uno dei colpi messi a segno ai anni di parrocchie e case parrocchiali. Nel giro di 10 giorni doppio furto a Merate. Tentativo di furto anche in parrocchia a Bellano. Poco tempo prima invece i ladri avevano svuotato la cassaforte nella casa parrocchiale ad  Abbadia LarianaColpo anche a Vercurago dove un ladro ha rubato in oratorio.

Leggi anche:  Impressionante frana a Cernobbio: crollata la strada

Mario Stojanovic