Attimi di paura e follia domenica pomeriggio in pieno centro città. Un giovane straniero armato di spranga si è accanito contro la porta della sede della Caritas di Lecco, situata a fianco della basilica di San Nicolò.

Armato di spranga si accanisce contro la sede Caritas

L’inquietante episodio è avvenuto in pieno pomeriggio, intono alle 15.30, davanti agli occhi sbarrati di alcuni passanti. Qualcuno è anche riuscito a fotografare (postando poi le foto  su un noto gruppo facebook cittadino) il giovane che, bastone alla mano, ha gravemente danneggiato la porta dello stabile che, oltre alla Caritas, ospita anche la coop Arcobaleno ( Si tratta di una delle Coop che non ha più partecipato al nuovo bando da 26 milioni di euro per l’accoglienza dei migranti a Lecco).

 

Furia improvvisa

Il ragazzo, un richiedente asilo ospite di una struttura del lecchese, ha dato improvvisamente in escandescenze accanendosi con forza sul portone. Al momento del violento episodio fortunatamente nessuno si trovava all’interno dello stabile.

Leggi anche:  Si perdono al Passo dello Spluga. Lecchese e comasco salvati dal Soccorso Alpino

Portato in ospedale

Subito sono state allertate le forze dell’ordine. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno trovato il ragazzo tranquillo. I giovane, che non è nuovo a episodi del genre, è purtroppo affetto da disturbi pschici ed è già stato ricoverato in passato al Manzoni di Lecco. Anche questa volta, dopo essere stato prelevato dai carabinieri, è stato sottoposto al Tso, ovvero il trattamento sanitario obbligatorio.