Folgorato sul traliccio, trovati cavi tranciati e un tronchese. Per capire cosa sia accaduto bisognerà attendere almeno il risultato dell’autopsia disposta dal pm Chiara Monzio Compagnoni sul corpo di Filippo Belingheri, l’operaio edile di 67 anni trovato carbonizzato su un traliccio dell’alta tensione a Colere.

Folgorato sul traliccio a Colere

I carabinieri di Clusone e Vilminore, che stanno indagando sul caso, hanno recuperato nei boschi attorno a Colore, proprio vicino al traliccio, alcuni cavi tranciati e un tronchese segni piuttosto evidenti di un furto di rame. Non è chiaro, però, il collegamento tra il furto e la morte di Belingheri. Al momento, infatti, nulla farebbe propendere per un suo coinvolgimento nell’azione criminale, ma per capire meglio cosa sia accaduto in quei momenti si dovrà attendere l’esito dell’esame autoptico che verrà eseguito nei prossimi giorni.

Tra le ipotesi anche che il 67enne sia intervenuto proprio dopo aver sorpreso i ladri in azione.

LEGGI ANCHE: Muore folgorato su un traliccio elettrico

Leggi anche:  Sballo sulle piste, tre sciatori nei guai

TORNA ALLA HOME