Extracomunitario trova portafoglio del sindaco di Introbio e glielo riconsegna.

Ivoriano trova portafogli con 50 euro e lo restituisce

Un episodio di normale civiltà, che in teoria non dovrebbe fare nemmeno notizia. Ma che assume ulteriore peso se si pensa agli attori coinvolti, come raccontato dai Carabinieri di Lecco. E se si pensa che gesti così, a prescindere dagli interpreti, non sempre accadono. Da una parte un uomo originario della Costa D’Avorio di 49 anni, operaio, che vive a Lecco. In un parcheggio della città ha trovato un portafoglio: dentro 50 euro e i documenti Adriano Stefano Airoldi, sindaco di Introbio. Non ci ha pensato due volte e lo ha portato ai carabinieri.

Un altro episodio, con un pakistano

Sono stati gli stessi agenti a rendere noto l’episodio. Assieme a quello dell’ivoriano è stata segnalata un’altra simile restituzione, per mano di un pakistano, di un altro portafogli con dentro circa 800 euro.

Il comunicato dei carabinieri

Questo il comunicato dei carabinieri: «Negli ultimi tempi la Stazione Carabinieri di Lecco è stata interessata da alcuni cittadini stranieri extra-Ue, i quali, dopo aver rinvenuto portafogli smarriti nella pubblica via, li hanno consegnati agli uffici dell’Arma. In particolare, tra gli episodi più significativi si annoverano quello di un ivoriano di 49 anni, operaio, domiciliato a Lecco che ha rinvenuto in un parcheggio del capoluogo, un portafoglio contenente 50 euro e documenti intestati al Sindaco del Comune di Introbio e quello di un 21 enne di nazionalità pakistana, regolare sul territorio italiano, senza fissa dimora, che ha rinvenuto nei pressi del Ponte Vecchio di Lecco un portafoglio contenente circa 800 euro ed altri documenti intestati ad un cittadino lecchese. Il denaro ed i documenti sono già stati restituiti agli aventi diritto.»