Attimi di terrore nel pomeriggio di oggi, giovedì 20 giugno 2019, per una esplosione in tribunale a Lecco. La deflagrazione, che ha provocato il ferimento di due persone è avvenuta all’interno del palazzo di giustizia di corso Promessi Sposi.

Esplosione a Lecco

Ancora da chiarire le cause dell’esplosione ma secondo le prime testimonianze raccolte sul posto sembra che tutto abbia avuto origine da un quadro elettrico. Due operai, che stavano lavorando davanti al pannello, sono stati investiti da una fiammata. Il fuoco ha incendiato i loro indumenti provocando loro ferite alle braccia e al volto.

Il palazzo di giustizia è stato prontamente evacuato a causa del fumo che ha saturato i locali.

A dare l’allarme è stata una addetta delle pulizie che ha assistito impotente alla scena e ha subito chiesto aiuto.

L’intervento dei sanitari

La macchina dei soccorsi si è messa in moto pochi minuti prima delle 16. Sul posto la centrale operativa dell’Agenzia Regionale di Emergenza e Urgenza ha dirottato l’auto medica con a bordo gli uomini del 118 e due ambulanze, quella della Croce Verde di Bosisio e quella di Lecco Soccorso. Non solo ma per velocizzare le operazioni di cura dei due coinvolti è stato fatto alzare in volo anche l’elicottero dell’ospedale Sant’Anna di Como.

Leggi anche:  Precipitato da scala, 18enne soccorso sul lungolago

I sanitari si sono inizialmente precipitati sul posto con il codice rosso di massima gravità. Fortunatamente dopo le prime tempestive cure il quadro clinico dei due feriti è apparso serio, ma non critico.

Entrambi sono stati stabilizzati per essere trasportati poi in codice giallo in ospedale: uno al Sant’Anna di Como e uno a Legnano.

 

Mobilitati   i tecnici dell’ispettorato al Lavoro ell’Ats Brianza e i Vigili del Fuoco di Lecco e le forze dell’ordine.