Sette ore di intervento in una delle zone montane più impervie e pericolose della nostra zona. Questa notte gli uomini del Soccorso Alpino e i Vigili del Fuoco di Lecco hanno salvato tre escursionisti, due milanesi e uno residente in Valsassina, bloccati in Grigna. Le operazioni, estremamente complicate, sono iniziate ieri sera intorno alle 21 per concludersi nel cuore della notte verso le 4.

Escursionisti bloccati in Grigna

L’allarme era scattato ieri sera una manciata di minuti prima delle 21. Ad allertare i soccorsi sarebbero stati gli escursionisti stessi che, non riuscendo più a rientrare, avrebbero chiesto aiuto. I tre infatti avevano percorso la via Segantini per raggiungere la vetta dell Grigna. Ma a un certo punto avevano desistito e avevano iniziato la discesa. Qualcosa però è andato storto. Una volta giunti in zona Scarettone,  punto assolutamente impervio, i tre hanno capito di non potercela fare.

L’intervento dei  soccorritori

Inizialmente la centrale operativa dell’Agenzia Regionale di Emergenza e Urgenza ha fatto alzare in volo l’elicottero dell’ospedale di Como. Ma le condizioni non hanno permesso ai tecnici di intervenire in Grigna. Così si sono mossi a piedi  gli uomini della Diciannovesima Delegazione Lariana del Soccorso Alpino e i Vigili del Fuoco. Un  intervento estremamente complicato, reso ancora più difficile non solo dal buio, ma anche da neve e ghiaccio. Dopo ore di lavoro i soccorritori hanno raggiunto i  tre e li hanno tratti in salvo.

Leggi anche:  Vento forte: surfista in difficoltà salvato dai pompieri