Dramma sul posto di lavoro questa mattina a Rivabella di Lecco. Un giovane operaio di 27 anni è morto in tragiche circostanze.

Dramma alla Mab

E’ accaduto poco dopo le 7.30. Luogo del decesso la Metallurgia Alta Brianza, MAB, di viale Brodolini. E’ qui che il pronto soccorso in emergenza del 118  è intervenuto, coadiuvato dai Vigili del Fuoco. Ma purtroppo non c’era più nulla da fare per il 27enne, deceduto in seguito a ferite inferte dalle lame di un macchinario impiegato nell’azienda.  A quanto è dato sapere non si tratterebbe però di un tragico infortunio sul lavoro. La morte sarebbe conseguenza di un tragico gesto volontario, preannunciato secopndo quanto finora è emerso.

Il messaggio all’alba

Sempre per quanto è dato sapere, le forze dell’ordine sarebbero state allertate all’alba circa le intenzioni del giovane. Quest’ultimo avrebbe infatti inviato un messaggio ad un amico che subito, preoccupato, ha chiamato il 112. Subito dopo la chiamata al 118, dalla fabbrica lecchese dove il 27enne, residente ad Arcore, nel monzese, lavorava da circa tre anni.

Leggi anche:  Lecco: assegnati gli eco-incentivi per E bike e riqualificazione energetica ECCO QUANTI

Le indagini sul caso restano affidate ai Carabinieri di Lecco.