La tragica scomparsa del giovane Omar Gabr, il 17enne scomparso lunedì e trovato senza vita nella mattinata di oggi, mercoledì 8 maggio 2019, ha destato dolore e profonda commozione. I primi a stringersi idealmente ai  familiari dello studente del Rota di Calolziocorte sono stati i membri dell’Amministrazione comunale di Montevecchia, paese dove la famiglia risiede, che hanno diffuso pubblicamente un messaggio di cordoglio.

LEGGI ANCHE Tragedia: è di Omar, lo studente scomparso, il cadavere recuperato nell’Adda

Dolore per la tragica scomparsa del giovane Omar

Una morte così prematura ha sconvolto tutti.  Per cercare Omar erano scesi in campo forze dell’ordine e volontari, unità cinofile, vigili del fuoco e  anche i compagni di classe.  Ma le speranze di ritrovare in vita Omar si sono infrante quando l’elicottero che stamattina sorvolava l’Adda ha visto un cadavere. Poi il riconoscimento ufficiale e il dolore. Grande, immenso, come quello della società sportiva di Osnago che ha voluto esprimere la propria vicinanza alla mamma, al papà, ai fratelli di Omar, ma anche alla sua “seconda famiglia”, quella dell’Acd Brianza, società in cui militava Omar. Amava il calcio e il suo ruolo da portiere.

E ovviamente anche la società del giovane ha voluto tributare un ultimo commosso saluto all’atleta

Leggi anche:  Moto, bici, ferri da stiro e pneumatici: discarica scoperta dai sub nell'Adda FOTO

Il terrificante epilogo nel giorno della festa della mamma

Straziante il pensiero rivolto da una mamma a Omar e a sua madre

“Oggi, 8 maggio 2019, festa della Mamma, giornata in cui ogni madre dovrebbe gioire e ricevere baci,coccole e abbracci dai propri figli….
Oggi, 8 maggio 2019, per una di noi mamme, il cielo è caduto, il mondo si è rovesciato, il dolore ed il buio l’hanno inghiottita….
Una mamma, che ogni mattina, aprirà gli occhi, desiderando invece di poterli chiudere x sempre, ma trovando la forza di restare quello che è, per gli altri suoi figli.
Ci si domanda perché, ma nessuno potrà darci una spiegazione, perché una risposta non c’è.
Oggi, 8 maggio 2019, un’altro angelo ha raggiunto il cielo.
Vola in alto Omar, corri tra le verdi colline, e trova tutta la serenità e la pace, che non hai trovato quaggiù.
Fai buon viaggio ⭐
Una mamma”