Un bagno con gli amici nel fiume Chiese, per rinfrescarsi dalla calura, ma il dodicenne a un certo punto scompare nella corrente. E’ successo ieri nel Bresciano.

Dodicenne annega nel Chiese

Gli amici l’hanno visto scorrere via. E’ successo a Roè Volciano, il dodicenne, marocchino, non si trovava perché era stato trascinato via dalla corrente.

E’ cominciata quindi la ricerca, in corsa contro il tempo. I volontari del Garda, con sede a Salò, sono immediatamente intervenuti con  un’ambulanza e l’automedica, ma il ragazzo non si trovava.

Con l’aiuto delle squadre cerca persona, la ricerca è continuata lungo tutto il Chiese.

La fine delle ricerche

Poi un operatore nota un dettaglio, vicino a una chiusa: un braccio. Si precipita a verificare, e poi il triste epilogo: era il ragazzino.

I vigili del fuoco lo hanno recuperato e poi è stato dichiarato decesso. I volontari del Garda sono stati vicini alla famiglia e alla madre in questi primi momenti difficili.

Una tragedia

Iniziato come un gioco, l’episodio si è risolto in tragedia. Diverso epilogo aveva avuto ieri la vicenda di una altro bambino che aveva rischiato di annegare nell’Adda, ma era riuscito ad aggrapparsi alle siepi e si era salvato.

Leggi anche:  Violenza sessuale sulle pazienti: arrestato medico di base di Valsolda

 

Qui aggiornamenti