Trovato il corpo privo di vita di Matteo Sponza, il lecchese 32enne disperso sul Moregallo. Sono tuttora in fase di svolgimento le operazioni di recupero della salma, individuata questa mattina in un canalone nella zona delle cave.

Le ricerche sono durate più di una settimana

I soccorritori stavano cercando Sponza, nativo di Trieste e residente a Lecco, da oltre una settimana, da lunedì 14 ottobre, quando il giovane era uscito per un’escursione, con l’intenzione di aprire un nuovo sentiero, informandone anche gli amici e aggiornandoli sui suoi spostamenti. Poi però il black out delle comunicazioni che ha fatto scattare l’allarme.

Questa mattina il ritrovamento del disperso sul Moregallo

Le operazioni di ricerca, in cui sono stati impegnati  i tecnici del Triangolo Lariano, XIX Delegazione del Soccorso alpino, insieme ai Vigili del Fuoco, erano state sospese nel fine settimana a causa delle avverse condizioni meteo. L’ondata di maltempo di lunedì aveva poi bloccato ancora i soccorritori che sono tornati quindi in azione ieri, martedì. Questa mattina il ritrovamento.

Leggi anche:  Cinquantenne sparito nel nulla: in campo anche Chi l'ha visto