Se siete in viaggio verso il ponente ligure in vista del Ferragosto prestate molta attenzione. Forti disagi per un ponte autostradale a Genova crollato per le forti piogge.

Crollato ponte autostradale a Genova

E’ successo questa mattina, la bomba d’acqua che ha colpito la città nelle ultime ore ha causato il crollo del ponte Morandi, sulla A10, che collega la città con il ponente ligure. Ancora non si sa quante siano le persone rimaste coinvolte nell’incidente. La macchina dei soccorsi si è già attivata e sul posto sono arrivati paramedici, Forze dell’Ordine e vigili del fuoco. Su IlLevante.it TUTTI GLI AGGIORNAMENTI

Per chi si trovasse in quelle zone al momento è necessario prendere percorsi alternativi.

Viaggi in autostrada, cosa fare se si passa da Bologna

Pochi giorni fa l’esplosione del camion sulla Milano Bologna aveva fatto aprire una voragine nel raccordo di Casalecchio. Nonostante la riapertura del raccordo pochi giorni dopo la Polstrada suggerisce agli automobilisti di trovare percorsi alternativi (Qui il video).

Infotraffico in tempo reale

Notizie sempre aggiornate sul traffico sono disponibili anche tramite i canali del C.C.I.S.S. (numero gratuito 1518, siti web www.cciss.it e mobile.cciss.it, applicazione iCCISS per iPHONE, canale Twitter del CCISS), le trasmissioni di Isoradio, i notiziari di Onda Verde sulle tre reti Radio-Rai e sul Televideo R.A.I.

Chi da Savona è diretto a Genova può utilizzare l’A26 Genova-Gravellona Toce, poi la D26 Diramazione Predosa Bettole e la A7 verso Genova;
Chi da Livorno è diretto a Savona, utilizzare l’A7 Milano Genova, seguire le indicazioni per la Diramazione Predosa-Bettole e poi immettersi sulla A26 verso Genova e proseguire per Savona.
Non si consiglia di percorrere le autostrade nella zona di Genova.

Il viadotto crollato

Il viadotto Polcevera (dal nome del corso d’acqua che attraversa), più noto come “Morandi”, collega Cornigliano a Sampierdarena e sovrasta una zona produttiva detta “Campi” tagliata in due anche dal passaggio della ferrovia. Unisce le due parti del capoluogo ligure, da Ponente a Levante ed è snodo fondamentale anche per raggiungere il porto e i traghetti, oltre all’aeroporto.

La solidarietà del presidente della Regione Lombardia

Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, appresa la notizia del crollo del ponte a Genova, si è messo immediatamente in contatto con il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti. “Il mio primo pensiero è andato alle persone che sono rimaste coinvolte in questa terribile sciagura” ha commentato il presidente Fontana. “Le nostre strutture di soccorso, i tecnici, presidi sanitari e personale medico e paramedico sono a disposizione – ha detto il presidente Fontana al governatore Toti – per intervenire e collaborare nella gestione di questa emergenza. La nostra Agenzia Regionale di Emergenza e Urgenza si e’ subito attivata ed e’ pronta a intervenire, cosi’ come la nostra Protezione civile”.

Leggi anche:  Malore in acqua a Gera Lario: gravissimo un uomo

Il sistema lombardo pronto ad intervenire

L’assessore regionale al Territorio e Protezione civile Pietro Foroni sta seguendo l’evolversi della tragica situazione causata dal crollo del ponte sulla A 10 a Genova. “Abbiamo immediatamente assicurato la nostra disponibilita’ a intervenire – ha garantito l’assessore – e siamo in costante e stretto raccordo con la Regione Liguria”. “Alle 14.00 abbiamo una riunione in Sala Operativa della Protezione civile della Regione Lombardia a Milano – ha precisato l’assessore Foroni – per fare il punto della situazione, in video-conferenza insieme alle altre strutture regionali, con il Dipartimento Protezione civile nazionale”. Intanto, il Dipartimento nazionale ha contattato direttamente l’associazione Unita’ cinofile di Giussano specializzata nella ricerca delle persone disperse sotto le macerie. Sono stati
inoltre allertati alcuni Presidi Medici Avanzati. “Mi addolora – ha aggiunto – aver appreso vi siano numerose vittime. Faremo quanto ci e’ possibile per offrire aiuto e supporto a chi sta intervenendo sul luogo della tragedia. Il sistema lombardo e’ gia’ attivato e pronto per verificare qualsiasi richiesta dovesse pervenirci. Dell’evoluzione della situazione teniamo costantemente aggiornato il presidente Attilio Fontana”.

La nota di Autostrade

“In relazione al crollo di parte del viadotto Polcevera sull’A10, Autostrade per l’Italia comunica che sulla struttura – risalente agli anni ‘60 – erano in corso lavori di consolidamento della soletta del viadotto e che, come da progetto, era stato installato un carro-ponte per consentire lo svolgimento delle attività di manutenzione.
I lavori e lo stato del viadotto erano sottoposti a costante attività di osservazione e vigilanza da parte della Direzione di Tronco di Genova.   Le cause del crollo saranno oggetto di approfondita analisi non appena sarà possibile accedere in sicurezza ai luoghi”.