Controlli in corso per i ciclisti e i pedoni che si trovano sulla pista ciclabile.

Controlli in corso

Una sorpresa inaspettata per chi ha scelto di passare il sabato mattina sulla pista ciclabile. La polizia locale e il Sindaco Dante De Capitani stanno procedendo con una serie di controlli: posizionati a Pescate, al confine con Garlate, hanno deciso di fermare i ciclisti e i pedoni presenti sulla pista ciclabile.

I motivi dei controlli

I ciclisti e i pedoni con il cane al guinzaglio sono le due categorie selezionate per gli accertamenti per due principali motivi: i primi devono essere obbligatoriamente muniti di campanello, mentre i secondi devono avere con sé il sacchetto per raccogliere le deiezioni canine.

Nessuno sconto per chi non rispetta le regole

Tutte le persone beccate prive di campanello o di sacchetto, saranno costrette ad abbandonare la pista ciclabile. Il bilancio, in una sola ora di controlli, è di 14 ciclisti che sono dovuti uscire dalla pista, attraversando le strisce pedonali poste nella zona del Ristorante Kalkerin.

Leggi anche:  Incidente motociclistico a Pescate: è morto uno dei due centauri

Un chiaro obiettivo

L’obiettivo che si vuole raggiungere è poter garantire una totale sicurezza per coloro che desiderano fruire della pista ciclabile e che mantengono sempre una buona condotta.

In arrivo un altro controllo

Nella prossima settimana è già stato programmato un altro controllo, che coinvolgerà i pedoni: verranno sanzionati tutti quelli beccati ad attraversare la provinciale al di fuori delle strisce pedonali.

 

 

 

Mario Stojanovic