Nulla di fatto: è saltata l’udienza prevista per oggi in tribunale a Lecco che vedeva contrapposti Don Giorgio e Salvini.

Don Giorgio e Salvini avversari in aula

Ad annunciarlo sul suo profilo facebook è stato lo stesso don Giorgio de Capitani. “Come previsto Matteo Salvini non si è presentato all’udienza di martedì 10 luglio, ore 10 per impegni istituzionali. La prossima udienza con la presenza del leader leghista andrà per l’anno 2019 in una data ancora da stabilire”. Lapidaria quindi la conclusione del sacerdote residente a La Valletta. “Probabilmente la querela si estinguerà per il mio decesso”.

I fatti

Il processo verte intorno all’accusa, mossa nei confronti del sacerdote, di diffamazione a mezzo stampa. Per cosa? per duri attacchi mossi da don Giorgio, sul suo blog, contro i leghisti. I fatti risalgono ad alcuni anni fa. Ma non sono i soli. Recentemente infatti il sacerdote lecchese ha rispolverato la sua “avversione” contro il numero uno del Carroccio e e contro tutti i militanti della Lega. “Buttiamoli fuori dalle chiese” ha detto in un audio mandato in onda poche settimane fa  dalla trasmissione radiofonica  la Zanzara . Affermazioni che hanno anche suscitato persino la reazione, in prima persona dell’attuale Ministro dell’Interno