“Esprimo il cordoglio della Regione Lombardia e dei suoi cittadini per la tragedia che ha colpito l’Arma dei Carabinieri. Siamo vicini ai familiari e alle persone care a Emanuele Anzini, che ci ha lasciati mentre prestava servizio nella nostra regione a tutela della sicurezza e del rispetto della legalità”. Così il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana esprime, a nome dell’intera Giunta della Lombardia, il cordoglio per la tragica morte  dell’appuntato del Nucleo radiomobile di Zogno Emanuele Anzini, avvenuta la notte scorsa a Terno d’Isola.

LEGGI ANCHE 

Falciato e ucciso a un posto di controllo: muore carabiniere

Dolore e choc per il carabiniere investito e ucciso

Carabiniere ucciso: il presidente della Regione: “Un sacrificio che ci fa arrabbiare e commuovere”

“Un sacrificio grande che ci commuove, ma che fa anche crescere in noi la rabbia per il disprezzo che certe persone hanno verso il prossimo e per il mancato rispetto delle regole – prosegue il presidente -. Il nostro pensiero più grande va alla sua bambina: ci stringiamo a lei con una preghiera e tanto affetto”.

Carabiniere ucciso il giorno prima del suo compleanno

Anzini, che oltre ad essere un militare era anche un volontario della Croce Rossa di San Pellegrino, avrebbe compiuto 42 anni domani. La cerimonia funebre del carabiniere verrà celebrata mercoledì 19 giugno a Sulmona, suo paese d’origine.

Roberto Fico, (M5S), presidente della Camera

Sono vicino alla famiglia di Emanuele Anzini, carabiniere travolto e ucciso da un’auto la notte scorsa mentre faceva il proprio dovere a un posto di blocco vicino a Bergamo. A lui e a tutta l’Arma dei va la mia piena vicinanza.

Roberto Paolo Ferrari (Lega)

Con profonda tristezza esprimiamo il cordoglio e piangiamo la vita di un altro servitore dello Stato, morto in servizio, in provincia di Bergamo, per garantire la nostra sicurezza.
Il carabiniere di 41 anni, Emanuele Anzini, lascia una moglie e un bimba. Alla famiglia e all’Arma dei Carabinieri tutta, la vicinanza mia e del gruppo Lega della Commissione Difesa.

Il messaggio di Roberto Calderoli (Lega)

“Oggi purtroppo piangiamo un servitore dello Stato, un servitore di tutti noi, ammazzato mentre faceva il suo dovere garantendo la nostra sicurezza.
Esprimo il mio dolore per l’uccisione in provincia di Bergamo del carabiniere Emanuele Anzini e il mio cordoglio alla sua famiglia, alla moglie e alla figlia, e all’Arma dei Carabinieri, travolto da un automobilista in stato di ebbrezza cui era già stata ritirata un anno fa la patente per lo stesso motivo.
Oggi è il giorno del dolore e non delle polemiche, ma riflettiamo tutti sulle conseguenze tragiche di chi si mette al volante sotto effetto di alcool o stupefacenti”.

Paolo Grimoldi (Lega)

Cordoglio e dolore per il carabiniere travolto e ucciso questa notte in provincia di Bergamo da un pirata della strada.
In questo momento ci stringiamo intorno al dolore dell’Arma dei Carabinieri e alla famiglia del povero Emanuele Anzini, un servitore dello Stato e di ognuno di noi, morto nell’adempimento del suo dovere.