Palpeggiava la sua aiutante 26enne e così un cuoco 57enne è stato condannato a un anno con pena sospesa per violenza sessuale.

Palpeggiava aiutante, condannato

E’ stato condannato a un anno con pena sospesa per violenza sessuale, un cuoco 57enne che, nel periodo compreso tra il settembre 2017 e il febbraio 2018 si era reso protagonista di palpeggiamenti nei confronti di una sua aiutante 26enne. Stanca di questo atteggiamento, la donna aveva deciso di registrare con il telefonino le avances e lo aveva denunciato.

Sul posto di lavoro

I palpeggiamenti e le avances erano avvenuti sul posto di lavoro, una casa di riposo, dove cuoco e aiutante lavoravano. L’uomo, nel marzo 2018, era stato licenziato dalla struttura. Oltre alla condanna a un anno, con pena sospesa, il 57enne è stato anche condannato a pagare una provvisionale di 10mile euro.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE