Via Ferriera sarà chiusa temporaneamente, parola del sindaco Brivio.

La chiusura di via Ferriera

Si continua a parlare di Ferrhotel e via Ferriera a Lecco. Una settimana dopo il blitz delle forze dell’ordine nella struttura d’accoglienza per profughi, con la conseguente denuncia di 33 migranti per spaccio, si cerca di capire, ancora, come rendere più vivibile quell’angolo della città. E sul tema è intervenuto, oggi, il sindaco Virginio Brivio.

Le parole di Brivio

“E’ una questione che scotta quella di via Ferriera per le molte implicazioni di ordine sociale e pubblico”, scrive il sindaco nella sua newsletter. “Ma anche perché tocca la sensibilità dei cittadini e una predisposizione critica, una forma di irritazione che talvolta va oltre il quadro oggettivo dei fatti. Su questo fronte desidero essere chiaro ed evitare equivoci, sgomberando il campo da capi d’accusa impropri e mal destinati. La vicenda è nota ed è gravissima: non si cura con l’aspirina e tanto meno con qualche parola ad effetto placebo. Nei prossimi giorni si procederà alla chiusura temporanea di via Ferriera nella prospettiva di una riqualificazione complessiva”.

Leggi anche:  Tragedia, muore travolto dal treno FOTO

Ferrhotel, troppi ospiti

Sul sovraffollamento della struttura, Brivio sottolinea: “Sono il primo a chiedere che venga diminuito il numero massimo di ospiti accolti nelle strutture del territorio, e l’ho fatto in tempi non sospetti. Il progetto di accoglienza diffusa significa numeri più bassi, coinvolgimento di più Comuni per facilitare processi di conoscenza e integrazione nella Comunità, principali strumenti di prevenzione. E so bene che il confine tra i vari aspetti che si intrecciano quando di mezzo c’è l’ordine pubblico sono assai labili”.