Blitz antidroga al Ferrhotel. Gli agenti della Questura di Lecco sono entrati in azione nella tarda serata di ieri. La  perquisizione nella struttura che ospita i richiedenti asilo è proseguita per buona parte della notte.

Blitz antidroga

Ad effettuare il blitz sono stati in particolare gli uomini della Mobile. Con loro anche i colleghi della divisione anticrimine di Milano. In azione anche i cani anti antidroga delle unità cinofile. Gli agenti hanno trovato nella struttura di via Ferriera, e quindi hanno posto sotto sequestro, diverse dosi di hashish e marijuana. Non solo ma sono stati identificati un centinaio di richiesenti asilo che abitano all’interno dello stabile situato nei pressi della stazione ferroviaria e del centro commerciale la Meridiana. Zone putroppo note per attività di spaccio.

I commenti

“Quanto sta succedendo nella nostra provincia ed in particolare in città a Lecco ha dell’incredibile ed è sconvolgente! Il disegno di accoglienza a tutti i costi del PD e della sinistra ha portato a situazioni di degrado spaventoso, alla formazione di ghetti e zone diventate pericolose per i lecchesi che al contrario vorrebbero vivere in una città libera e tranquilla. Quanto successo al Ferrhotel è purtroppo quanto ci aspettavamo, come non ci meraviglierebbe venissero accertati casi di prostituzione o altre forme di sfruttamento di condizioni disagiate”. Wuesto il commento a caldo di Flavio Nogara, segretario provinciale della Lega

Leggi anche:  Ancora un incidente sul lavoro: 60enne in gravi condizioni

La rabbia

“La Lega Nord l’ha sempre detto: non è possibile accogliere tutti, gente che non ha diritto di restare nel nostro paese” prosegue il numero uno del Carroccio lecchese. “L’unico fattore che può portare integrazione è il lavoro. Questo percorso di inserimento può essere fatto ed ha un senso solo con quella minima parte di richiedenti asilo ai quali è stato concesso lo status di rifugiati. Ma tutti gli altri non hanno diritto di restare sul nostro territorio. sono entrati in modo clandestino e quindi  dovranno prima o poi essere espulsi.”

Restituire il Ferrhotel ai lecchesi

“Ora basta! Il Ferrhotel va svuotato e restituito alla città di Lecco! Chi ha sbagliato va espulso e chi gestisce questa immigrazione oltre che riscuotere deve assumersi le proprie enormi responsabilità”. Questo l’imperativo di Nogara.

Nogara chiede le dimissioni di Brivio

“Sindaco BRIVIO ora basta!!! L’intera maggioranza dovrebbe dimettersi per rispetto dei Lecchesi e per palese incapacità! Perché se da amministratore non sai garantire la sicurezza e la tranquillità ai tuoi cittadini hai fallito, e Brivio con la sua maggioranza favorendo l’ingresso in città dei richiedenti asilo scavalcando i diritti dei lecchesi ha fallito”.