Per le vittime angustiate dai suoi sfregi era “il solito ignoto”. Ma forse lui ha sempre pensato a se stesso come a “Zorro”, silenzioso e micidiale, inesorabile e imprendibile. Almeno fino a domenica scorsa 25 novembre. La notizia è che dopo una decina di anni trascorsi a «segnare» le fiancate delle auto parcheggiate “di traverso” nel piazzale al Tennis Club Lecco di Belledo, lo sfregiatore misterioso è stato beccato e smascherato.

Beccato “zorro” lo sfregiatore di auto in azione da 10 anni

“Andava avanti da anni – racconta l’attuale presidente Maurizio Faravelli – ogni tanto capitava che qualcuno ritrovasse la propria auto con una profonda rigatura sulla fiancata. Non certo “sfrisi” involontari. A volte si trattava di veri e propri geroglifici, incisi senza alcuna pietà”.  Ma nei giorni scorsi il giustiziere dei parcheggi è stato beccato proprio mentre inferiva su un’auto. Si tratta di un un socio del club ultrasettantenne. Ora è stato sospeso dal Tennis club, ma a parte la sanzione “associativa” rischia ben di più.

I danni

Quanto ai danni arrecati, i proprietari delle auto colpite almeno negli ultimi tempi potrebbero anche farsi avanti sventolandogli sotto il naso le denunce finora sporte “contro ignoti”.

Leggi anche:  Nuovi vertici della sanità lombarda, Fontana: "Scelte fatte per meritocrazia" FOTO

 

Tutti i particolari sul Giornale di Lecco in edicola dal 3 dicembre. Da pc clicca qui per la versione sfogliabile, mentre sul tuo cellulare cerca e scarica la app “Giornale di Lecco” dallo store