Lo hanno beccato con oltre due chili di droga tra coca, hashish ed eroina gialla, una delle sostanze in assoluto più pericolose per la salite, e hanno fatto scattare le manette intorno ai suoi polsi. Nella serata di ieri, giovedì 16 maggio, i Carabinieri della stazione di Colico hanno arrestato  Erald Gjecollari, 32 anni, di origini albanesi, irregolare sul territorio nazionale, residente a Nerviano in provincia di Milano. L’uomo, che diversi precedenti penali alle spalle, è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente ora si trova in carcere.

Beccato con oltre due chili di droga

Gjecollari è stati intercettato a Dervio dai militari colichesi che erano impegnati in un servizio di controllo del territorio. Lo hanno fermato e hanno perquisito la sua auto scoprendo un vero e proprio supermarket ambulante della droga. Nascosto  all’interno dello schienale del sedile lato passeggero cera mezzo chilo di cocaina, mentre nel vano porta oggetti c’erano  525 grammi  di eroina brown sugar e altri  295 grammi di eroina gialla. A quel punto è scattata anche la perquisizione dell’abitazione del 32enne e qui i Carabinieri hanno scovato, nascosto in un doppio fondo di un armadio, un chilo di chilogrammo di hashish. La droga era già suddivisa e confezionata   in  panetti  sigillati con vari strati di nastro adesivo contenente polvere di caffè. Uno stratagemma, però fallito, di  eludere i controlli antidroga.

Già 4 spacciatori in manette

L’operazione di ieri si colloca nel contesto di una più ampia attività di contrasto allo smercio di sostanze stupefacenti che da tempo i Carabinieri del Comando Provinciale stanno eseguendo con particolare riferimento alle zone maggiormente frequentate da giovani dediti al consumo di droghe. L’attività dei Carabinieri di Colico,  che hanno incrementato il controllo del territorio con particolare attenzione alle aree comprese tra i comuni di Colico e Dervio, nel primo quadrimestre ha già portato all’arresto di altri quattro spacciatori e alla segnalazione alla e Autorità Amministrativa di numerosi giovani.

La pericolosissima eroina gialla

Questo ennesimo importante arresto ha di fatto  consentito, nonostante Gjecollari  avesse adottato ogni cautela, di sottrarre al mercato clandestino un importante quantitativo di droga e soprattutto di evitare che finisse sulla “piazza” l’eroina gialla, ritenuta per il suo elevato contenuto di principio attivo particolarmente dannosa per la salute.