Una malattia che stravolge la tua vita. Tre lettere, Sla. Tre parole, sclerosi laterale amiotrofica. Una malattia senza cura, progressiva. Dopo una lunga battaglia Clara Montali, insegnante di Cernobbio, si è spenta a soli 49 anni.

Addio alla maestra Clara dopo la lotta contro la Sla

Negli ultimi giorni la malattia aveva provocato un peggioramento delle sue condizioni. L’ultimo peggioramento di lunedì ha portato il decesso della sfortunata donna. Ha lavorato per 15 anni alla scuola dell’infanzia “Davide Bernasconi” di Cernobbio, poi all’istituto comprensivo e nella sede di Moltrasio. Nel 2017 è stata costretta a lasciare il suo amato lavoro a causa della malattia.

La sua battaglia combattuta col sorriso

Aveva tantissime amicizie anche tra Lurate Caccivio e Olgiate Comasco, dal 2015 conviveva con quella Sla che prima l’ha portata a zoppicare e poi sulla sedia a rotelle. Ma nonostante le difficoltà, la paura e la speranza che viene meno non ha mai abbandonato il suo sorriso e la sua voglia di scherzare. Testimonianza vivente di forza e coraggio. “La Sla mi ha fatto capire che l’amore è il motore del mondo. Io, che sono sempre stata una single convinta. Io, che quando si parlava d’amore pensavo fosse la solita banalità –  ci aveva raccontato Clara in un’intervista pubblicata sul Giornale di Olgiate – Mi ha permesso di scoprire nuovi tempi. Un modo diverso di guardare alle cose, lontano dalla frenesia di tutti i giorni”.

Leggi anche:  Evade dai domiciliari, beccato in treno con cocaina ed eroina: 32enne in manette

“E’ difficile affrontare la Sla giorno dopo giorno e ogni vita è una vita sé. Da una parte ci si sente in colpa perché si va a pesare sugli altri. Ti senti in colpa quando colpa non ce n’è” ci aveva spiegato.