Grande, commossa, la partecipazione ai funerali di Giuseppina Gerosa celebrato questo pomeriggio nella chiesa parrocchiale  di Santa Eufemia a Oggiono.

Addio a Pinuccia Gerosa

Il gonfalone della Città ha scortato il feretro dell’ex vicesindaco (2009-2014) e poi assessore all’Urbanistica (2014-2019) scomparsa martedì scorso a seguito di una lunga malattia.  A rappresentare ufficialmente l’Amministrazione comunale nel corso della funzione funebre, c’era l’assessore Domenico Corti, ma anche altri membri dell’attuale Consiglio comunale cittadino, eletto lo scorso 26 maggio. Tra gli altri Lamberto Lietti e l’ex sindaco Roberto Paolo Ferrari. Presente in chiesa anche i volontari della Protezione civile. Toccante il ricordo letto dal pulpito alla fine della funzione da Debora Acerbi, già assessore all’epoca in cui Pinuccia Gerosa era vice sindaco.

Il ricordo di Debora Acerbi

“Carissima Pinuccia, sei stata per me e per tutti noi un esempio di grande statura umana. Una donna schietta, caparbia, trasparente che non lasciava mai cadere nulla, pronta ad ogni richiesta, disponibile ed instancabile. Bello quello che dicevi di te, negli ultimi tempi di vita. Ho sofferto, dicevi, ma ho ricevuto molto, ho fatto tutto quello che la vita ti mette a disposizione. Ho una famiglia che mi ama, un lavoro che mi ha gratificato, una passione politica che mi appaga, un servizio alla mia comunità che mi fa sentire, presenza. Oggi lasci un grande vuoto, la tua Oggiono, oggi, perde un vero testimone dell’amore”.

Leggi anche:  Formigoni condannato a pagare un maxi risarcimento da 47 milioni di euro alla Regione

E ancora: “Aiutaci a difendere i valori dell’essere prossimo. Sostienici nella difesa dei diritti umani. Anche in questo tu sei stata maestra. Pochi lo sanno, ma tu sei stata sostegno concreto a molte persone in difficoltà. Siamo qui per l’ultimo saluto nella nostra chiesa. E tutti stretti alla tua bella famiglia. Preghiamo il nostro Signore, che ti accolga nella Gerusalemme celeste. Grazie cara Pinu”.

L’ex assessore Debora Acerbi ricorda la figura di Giuseppina Gerosa al termine della funzione funebre

L’omelia di don Maurizio Mottadelli

Grande l’affetto della comunità dimostrato ai figli di Giuseppina Gerosa, Emiliano e Annalisa. Le esequie sono state celebrate dal parroco don Maurizio Mottadelli. “Giuseppina non è morta, vive ancora tra noi, nella Luce di Dio” ha detto il sacerdote. Aggiungendo un personale ringraziamento: “Volevo ringraziare Giuseppina per ciò che ha operato per la nostra comunità, per la sua famiglia, come imprenditrice. Lei ha fatto tanto, bene, facendolo proprio bene con amore. Non ha fatto mai nulla per il suo tornaconto. Mai. Aiutava anche le persone invalide, povere, ma sempre, trattandole con il massimo rispetto. Non dimentichiamo la sua gentilezza e cortesia, doti rare in questa nostra società dove tutti gridano. Doti per le quali, nel nostro ultimo saluto, dobbiamo ulteriormente apprezzarla”.

 

Mario Stojanovic