Feng-shui in casa? Nel mondo naturale regna un equilibrio che va preservato e con il quale è auspicabile stabilire un rapporto. Come fare per vivere in armonia con l’energia naturale che ci circonda perennemente? Semplicemente, seguendo le regole del Feng Shui, disciplina giapponese vecchia di ben 4000 anni, che si propone di aiutarci a cogliere e sfruttare i benefici del respiro naturale (ch’i). In quest’ottica, per vivere su standard qualitativamente elevati, ecco che seguire le regole del Feng Shui per arredare la nostra casa può essere determinante per il nostro benessere. Ora, se in Asia consultare un maestro di Feng Shui prima di arredare la casa è prassi, da noi questo non può accadere per ovvie ragioni. Per questo, eccoci qui a darvi alcuni consigli che vi permetteranno di disporre l’arredamento di casa sfruttando l’energia naturale positiva che ci circonda.

Che cos’è il Feng-shui in casa

Cuore pulsante della nostra gradevole dimora quando siamo svegli, il soggiorno ci ospita nei momenti di intimità familiare. Ma anche quando abbiamo l’esigenza di accogliere amici e conoscenti. In primo luogo il Feng-shui in casa ci spiega quali sono le caratteristiche architettoniche che la stanza dovrebbe avere: rettangolare, oppure quadrata, sconsigliando invece da piante meno regolari. Il sofà non deve essere posizionato di fronte alle porte perché queste ultime possono lasciar entrare quantitativi di energia tali da disturbare le persone. Ovviamente anche le finestre disturbano, quindi sarebbe meglio evitare di posizionare il divano vicino a qualsiasi apertura.

Lampadari e lampade

Lampadari e lampade dovrebbero essere sistemati facendo in modo che con la luce artificiale non colpiscano direttamente le persone: anche quest’ultima, infatti, è portatrice di quantitativi di energia tali da disturbare i vostri ospiti. Poiché in Oriente si ritiene che il cibo sia determinante per il nostro benessere, ecco che la cucina ricopre un ruolo fondamentale. Come prima regola, chi lavora in cucina dovrebbe essere sempre al sicuro, quindi non dovrebbe dare le spalle a una porta o a una qualsiasi apertura. Forse, potreste studiare una disposizione che prevede una porta ai lati dell’angolo cottura.

Leggi anche:  Calcestruzzo e innovazione. Italcementi al GIC di Piacenza

Seguire i maestri

Attenzione che il locale si trovi in posizione riparata, il più lontano possibile dalla camera da letto. Una curiosità: Feng-shui in casa sconsiglia di posizionare i fuochi sotto la finestra perché in virtù del loro profondo significato, i fuochi non dovrebbero trovarsi a diretto contatto con le correnti d’aria. In camera da letto, dove trascorriamo circa un terzo della nostra esistenza, dobbiamo avere la certezza di poter godere di sane ore di buon riposo. I maestri dell’antica disciplina invitano a preferire il locale il più possibile separato dal resto della casa. La camera da letto, infatti, dovrebbe trovarsi il più lontano possibile dall’ingresso dell’appartamento, dalla cucina e da locali rumorosi.
La camera dei bambini dovrebbe essere orientata a est, in armonia con il sole nascente, mentre gli specchi non dovrebbero essere posizionati di fronte al letto perché rischiano di provocare sgradevoli riverberi di energia.

Il consiglio giusto

Si potrebbe sistemare all’interno del guardaroba dove, evidentemente, non da fastidio a nessuno. Assolutamente bandite dalla stanza tutte apparecchiature elettroniche. Infine il letto: non dovrebbe essere posto di fronte alla porta (né lato piedi, né lato testa). La testata dovrebbe essere rivolta a est, sul lato opposto all’entrata. La struttura del letto dovrebbe essere completamente in legno, escludendo l’uso dei metalli. Deve essere posizionato a un’altezza da terra adeguata, per dare modo all’energia vitale di muoversi virtuosamente sotto al materasso.