“La violenza sui luoghi di lavoro, come riconoscerla e gestirla” è il convegno che si è svolto questa mattina, 1 marzo alle 9 ,e che ha suscitato forte interesse registrando una massiccia partecipazione.

L’appuntamento si è svolto nella Casa dell’Economia di Lecco. Ad organizzarlo è stato l’Ufficio della Consigliera di Parità della Provincia di Lecco insieme  dall’ATS della Brianza. L”evento era destinato principalmente all’aggiornamento formativo dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza (RLS) ed ha preso piede a partire dall’accordo sulla prevenzione della violenza e molestie nei luoghi di lavoro, sottoscritto a Lecco nell’aprile del 2018 con le parti sociali.

Della violenza sui luoghi di lavoro: ne parla la Consigliera di Parità

Adriana Ventura, Consigliera di Parità della Provincia di Lecco, ha introdotto il convegno ringraziando coloro che hanno collaborato alla realizzazione dell’evento ed evidenziando le ragioni principali alla base del progetto: “Questa mattinata nasce dalla messa in campo dell’accordo sulle molestie nei luoghi di lavoro, che nel nostro territorio ha visto una grande condivisione, e dagli studi condotti sia in ambito europeo che nel nostro Paese, dai quali emerge chiaramente che la violenza sul posto di lavoro è una grave fonte di deterioramento della salute e del benessere”.

“Il continuo cambiamento del contesto – ha continuato  –, l’aumento dei ritmi di lavoro e le incertezze in materia di occupazione possono influenzare il livello di stress e costituire un terreno fertile per la violenza e le molestie  sul posto di lavoro; il contrasto di questo fenomeno in crescendo richiede quindi la  messa in campo di adeguate misure di prevenzione e, soprattutto, risulta necessario un approccio olistico che chiama in causa, per una collaborazione proattiva, un’interazione tra tutti i soggetti del mondo del lavoro: datori di lavoro, lavoratori e le loro rappresentanze, nonché ogni altro soggetto che a vario titolo interviene in questo contesto.”

Leggi anche:  Lecco aderisce al forum mondiale del Milan Urban Food Policy Pact

L’importanza del tema per il territorio

Clara Camerin, referente di ATS e presidente del Comitato Unico di Garanzia dell’ATS Brianza, ha sottolineato l’importanza del tema e la crescente attenzione che fortunatamente sta acquisendo: “Insieme alla Consigliera di Parità della Provincia di Lecco Adriana Ventura, la nostra Agenzia di Tutela della Salute sostiene attivamente tutte le politiche di contrasto ad ogni forma di violenza, partecipando e sostenendo le attività delle Reti Antiviolenza che insistono nel territorio; allo stesso modo sovraintendiamo le attività del servizio sociosanitario per l’applicazione delle Linee Guida della Presidenza del Consiglio dei Ministri in tema di soccorso e assistenza sociosanitaria alle donne che subiscono violenza”.

Claudia Toso e l’impegno della Regione

Durante la mattinata si sono susseguiti diversi interventi di esperti sul tema. La dott.ssa Claudia Toso, Medico del Lavoro per il Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro di ATS Brianza, ha spiegato il ruolo della Regione nel contrasto del fenomeno della violenza nei luoghi di lavoro.

La violenza danneggia la salute

Il Prof. Raffaele Latocca, Direttore dell’Unità Medicina del Lavoro presso l’Ospedale San Gerardo di Monza ha fornito un inquadramento epidemiologico del fenomeno e impatto sulla salute psicofisica delle molestie, della violenza e delle discriminazioni nei luoghi di lavoro.

Altri esperti parlano della rilevanza del fenomeno

Altri interventi hanno visto il dott. Moreno Cogliati, Direttore Inail di Lecco, introdurre il ruolo dell’Istituto nel contrasto del fenomeno della violenza nei luoghi di lavoro. La dott.ssa Roberta Vaia, Responsabile Sicurezza Segreteria Cisl Milano, ha espletato la normativa di riferimento comunitaria e nazionale, e la dott.ssa Anna Danesi, Avvocata esperta in Diritto del lavoro e discriminazioni, ha definito la Tutela giuridica e tutela sindacale della dignità del lavoro.