Sabato 13 ottobre alle ore 11, Villa Greppi mostra gli spazi restaurati e tre nuove aree.

Inaugurazione in Villa Greppi di Monticello Brianza

Villa Greppi apre i cancelli al pubblico e si presenta rinnovata. E’ infatti in programma per sabato 13 ottobre 2018 alle ore 11 l’inaugurazione ufficiale degli spazi restaurati. Una mattinata per conoscere nel dettaglio i recenti restauri che hanno riguardato diverse parti del patrimonio della storica villa di Monticello Brianza. Un evento, questo, che vedrà intervenire la presidente del Consorzio Villa Greppi Marta Comi e il Cda. Presenti anche il presidente della Provincia di Lecco Flavio Polano, i rappresentanti degli enti soci e i responsabili dei lavori. La mattinata si concluderà con un intervento musicale a cura degli allievi della scuola di musica Guarnieri del Consorzio Villa Greppi e con un piccolo rinfresco.

Tre nuove aree: il soffitto in cannicciato del piano nobile, l’ingresso e la balaustra del giardino all’italiana.

Tre, nello specifico, le aree che sono state interessate dai lavori e che oggi possono essere ammirate. Prima di tutto, la messa in sicurezza e conservazione degli storici soffitti del salone del piano nobile di Villa Greppi. Un intervento, questo, che ha permesso di ripristinare l’intera trama di cannicciato del salone che dà sulla carpineta e uno dei preziosi medaglioni affrescati. Lavori che sono stati avviati in collaborazione con la Fondazione La Versiera, nell’ambito di un progetto sperimentale di studio sulla riqualificazione dei soffitti in cannicciato presenti in alcune ville lombarde. Terminati a settembre, quindi, gli interventi all’ingresso del compendio immobiliare. Si tratta, in questo caso, di un piano che ha compreso la ripavimentazione del piazzale antistante la facciata, il restauro del cancello e delle colonne della cancellata, il posizionamento di dissuasori e di punti luce e una nuova pavimentazione del passaggio pedonale attraverso il portico della portineria. Sarà inaugurata sabato, infine, anche la nuova balaustra del giardino all’italiana. Un primo lotto, questo, per un progetto ampio e ambizioso, finalizzato al prossimo restauro, tramite lo strumento dell’Art Bonus ed eventuali fondi dell’ente, dell’intero giardino posto sul lato sud della Villa.