Vercurago annuncia che rinnoverà il proprio servizio di videosorveglianza

Videosorveglianza a tutela del lungolago

L’Amministrazione del Comune in riva all’Adda ha deciso di  aggiornare e implementare il sistema nei giorni scorsi.  “Questo è stato reso possibile anche grazie al contributo economico dell’Autorità di Bacino del Lario e dei Laghi Minori” ha fatto sapere. Obiettivo migliorare ulteriormente il controllo del territorio a garanzia della sicurezza e della tutela dell’ambiente.

Oltre al rinnovo delle videocamere già esistenti, sono state attivate nuove apparecchiature in diverse zone sensibili, come ad esempio, sul lungolago Aldo Moro, in via al Lido di Moggio, via Roma e via San Mauro.

Una rete di 25 telecamere

L’impianto di videosorveglianza, gestito dall’ufficio di Polizia Locale, potrà contare su 25 videocamere di ultima generazione, attive 24 ore su 24 con funzione di deterrenza, controllo e allertamento a tutela dell’incolumità pubblica, dell’ambiente e del patrimonio.

Si amplia così la capacità di controllo attraverso un sistema a tecnologia avanzata. Un sistema in grado, tra l’altro, di inviare agli operatori di Polizia Locale in servizio segnali di allarme automatici. Questo, ad esempio, in caso di passaggio di veicoli non assicurati o segnalati, ma anche in caso di abbandono di rifiuti in aree non consentite.

Leggi anche:  E' morto Maurizio Beretta, titolare delle onoranze funebri

Contro inciviltà e vandalismi

“Il sistema di videosorveglianza presente sul territorio di Vercurago, ad oggi è stato di notevole aiuto alle forze dell’ordine. Per la ricostruzione di sinistri stradali, ma anche per l’identificazione di soggetti che avevano commesso atti di vandalismo o altri reati” ha sottolineato l’Amministrazione.

“Con l’upgrade di tale sistema – ha aggiunto – si vuol puntare anche ad un maggior controllo dell’ambiente. Ponendo particolare attenzione al contrasto all’abbandono incontrollato dei rifiuti, specialmente nell’area del Lungolago”.

Telecamere mobili

Per un monitoraggio più attento relativo ad atti di vandalismo e abbandono dei rifiuti,  l’Amministrazione ha anche provveduto all’acquisto di ulteriori due telecamere mobili da posizionare all’occorrenza. “Anche se, per il problema dei rifiuti, aumenteremo gli sforzi nel campo della comunicazione e dell’educazione all’ambiente” ha aggiunto il Municipio.

Già in fase di test del nuovo sistema di videosorveglianza, gli operatori di Polizia Locale hanno potuto identificare alcuni soggetti che non hanno fatto un uso corretto dei cestini porta rifiuti e che riceveranno presto la relativa sanzione.