Nuova “incursione” al Pratone di Pontida dove i soliti ignoti hanno cancellato la storica scritta della Lega “Padroni a casa nostra”.

Via (di nuovo) la scritta della Lega dal Pratone di Pontida

Il prato, simbolo del Carroccio (che recentemente ha ospitato  il raduno di luglio  che ha visto la partecipazione del leader Matteo Salvini) è da sempre il simbolo del partito verde. Nella notte qualcuno ha però pensato bene di fare un’opera di “censura”  coprendo con vernice bianca i noto slogan. Un atto che arriva poco dopo l’imbrattamento della sede provinciale di Bergamo della Lega. “Il tutto in due giorni – ha commentato all’Ansa il segretario provinciale orobico  Daniele Belotti -. È chiaro che l’ovazione a Salvini a Genova ha dato molto fastidio alle zecche rosse… Patetici”.

Storia travagliata dello slogan

Non è la prima volta che la scritta viene coperta, danneggiata o…. modificata.  A febbraio infatti “padroni” si era magicamente trasformato in “ladroni”