Ogni anno, il 21 marzo, primo giorno di primavera, Libera Contro le Mafie celebra la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafieAnche nella nostra provincia, Libera Lecco celebrerà questa giornata con tanti appuntamenti in diversi giorni. Per la giornata più importante, quella del 21 marzo, sono previsti la lettura dei nomi delle vittime di mafia, una passeggiata responsabile nei luoghi di Pescarenico in fiore” e lo spettacolo teatrale “Per questo mi chiamo Giovanni”. La lettura dei nomi delle vittime di mafia, quest’anno, sarà dedicata alle donne: i loro nomi saranno letti da 16 donne rappresentanti delle diverse anime della società e del territorio lecchese.

Le lettrici

  1. Liliana Baccari (Prefetto di Lecco)
  2. Francesca Bonacina (vice Sindaco Lecco)
  3. Simona Piazza (assessore alla Cultura Comune Lecco)
  4. Antonina D’Onofrio (direttrice Casa Circondariale Lecco)
  5. Raffaella Maria Crimella  (Dirigente scolastico Istituto Comprensivo Lecco 3)
  6. Luisa Ongaro (Presidente Auser Provinciale di Lecco)
  7. Suor Francesca (Direttrice IMA Lecco)
  8. Francesca Perri (pizzeria “Fiore”Lecco)
  9. Giulia Venturini (Arci Lecco)
  10. Edy Clivati (Coordinamento Libera provinciale)
  11. Maria Grazia Mareghello (Auser – Filo d’Argento Lecco)
  12. Elisabetta Rurali (insegnante)
  13. Elena Mucelli (insegnante)
  14. Micaela Furiosi (coop. L’Arcobaleno)
  15. Roberta Magliacano (“Le Querce di Mamre” Galbiate)
  16. Beatrice Civillini (responsabile “Il Giglio” Lecco)

Verso il 21 marzo, gli eventi di Libera Lecco

“Questa scelta – spiega Alberto Bonacina, Referente provinciale di Libera Lecco – è stata fatta non solo per dare la giusta memoria alle donne vittime delle mafie ma anche per sfatare uno dei più grandi miti in merito: la mafia ha un’etica e non tocca né le donne né i bambini. Nulla di più falso”.

Questo il programma completo di “100 passi verso il 21 marzo”:

  • Domenica 17 marzo – ore 18, Calolziocorte – Presentazione del libro “In nome del figlio. Saveria Antiochia una madre contro la mafia”, di Jole Garruti. Storia di Saveria Antiochia madre di Roberto, poliziotto ucciso nel 1985 con il commissario Ninni Cassarà (presso Spazio Condiviso, piazza Regazzoni 7, Calolziocorte).
  • Giovedì 21 marzo – Lecco
    • ore 15, “I fiori della legalità” – Lettura dei nomi delle donne vittime innocenti delle mafie (piazza Padre Cristoforo, Pescarenico);
    • ore 16, passeggiata responsabile nei luoghi di “Pescarenico in fiore” (quartiere di Pescarenico);
    • ore 17, “Per questo mi chiamo Giovanni” – Spettacolo teatrale a cura de Lo Stato dell’Arte (presso l’oratorio di Pescarenico, via Guado 10, Lecco).                                              
  • Venerdì 22 marzo – Lecco
    • ore 10, Legalitour dedicato alle scuole;
    • ore 21, incontro con l’autore Alessandro Gallo (presso la Pizzeria Fiore – Cucina in libertà, via Belfiore 1 Lecco).  
  • Sabato 23 marzo – dalle ore 20, Cassago Brianza
    • Musica Antimafia – “Per questo mi chiamo Giovanni” (presso Sala Consiliare, piazza Italia Libera 2, Cassago Brianza). Info: Consorzio Brianteo Villa Greppi: attivitaculturali@villagreppi.it; 039 9207160.
    • 100 passi verso il 21 marzo

Le iniziative di Libera Lecco “100 passi verso il 21 marzo” sono realizzate con: Arci Lecco, FIORE Cucina in libertà, Comune di Lecco, Consorzio Brianteo Villa Greppi, Leggermente, CPL – Centro Promozione Legalità di Lecco.

Tutte le iniziative sono riportate nell’evento Facebook dedicato.