La comunità di Valgreghentino saluterà ufficialmente don Enrico Vitali a seguito del suo pensionamento. I festeggiamenti si terranno il prossimo weekend: sabato 31 agosto e domenica 1 settembre.

Valgreghentino dice grazie a don Enrico

Don Enrico è stato una valida, attenta e sempre presente guida Pastorale per la sua comunità e nello stesso tempo un gestore oculato dei beni parrocchiali: chiunque dei suoi parrocchiani non potrà dimenticarsi di come in ogni sua omelia e in ogni suo pensiero ci fosse il richiamo ad una vita cristiana autentica nei fatti e nelle parole, evitando il pettegolezzo e le falsità che portano solo a odio, divisioni e incomprensioni senza favorire la crescita della comunità. La Comunità di Valgreghentino è quindi pronta e desiderosa di dire il proprio grazie a Don Enrico.

Il programma

Sabato 31 agosto alle 21 nella chiesa Parrocchiale ci sarà un momento musicale e di riflessione con la Corale San Giorgio.

Domenica 1 settembre i festeggiamenti inizieranno alle 10 con la Santa Messa solenne accompagnata dalla Corale S. Giorgio e dal Coro domenicale ove verrà presentato il ringraziamento a Dio per il dono di Don Enrico.
Si continuerà con un aperitivo in Oratorio aperitivo offerto alla comunità grazie alla disponibilità del Gruppo Alpini.
Successivamente al pranzo comunitario nel centro sportivo dell’oratorio, verranno lanciati
ore 12.15 pranzo comunitario presso il campo sportivo dell’oratorio; dei palloncini e a seguire saluto delle autorità presenti.

Leggi anche:  Lungolago Lecco-Bellagio, gallerie chiuse di notte per due settimane

Sono tutti invitati a partecipare per far sentire il loro ringraziamento personale al Parroco. L’invito è soprattutto indirizzato a tutti coloro che in questi anni hanno ricevuto uno o più sacramenti da Don Enrico.

La storia di don Enrico con la comunità

Don Enrico, classe 1943, ha iniziato il suo ministero pastorale nella Parrocchia San Giorgio 17 anni fa, durante i quali ha svolto la sua attività pastorale con impegno e dedizione, presenziando ad ogni attività ed incontro, e dimostrando un’attenzione particolare verso le fasce più deboli della popolazione.
Inoltre, sono tante le opere di manutenzione straordinaria a cui ha dovuto attendere per mantenere in ordine il patrimonio immobiliare parrocchiale; da non dimenticare i numerosi interventi alla Chiesa Parrocchiale e la messa in sicurezza dell’immobile che accoglie la cappella della Madonna di Lourdes alla Vignazza.