Sono ben 642 i bambini che frequentano le scuole lecchesi per i quali non è ancora stata presentata la documentazione relativa ai vaccini. A comunicare ufficialmente i dai è l’Ats della Brianza. Per le primarie in particolare solo 19 dei 210 istituti lecchesi hanno trasmesso gli elenchi completi con la documentazione richiesta.

LEGGI ANCHE Obbligo vaccinale: l’Ats ricorda tutte le novità del Decreto

Vaccini: nessun bambino al momento è stato escluso

“Premesso che la copertura vaccinale o l’avvio del recupero delle vaccinazioni eventualmente mancanti è requisito obbligatorio per l’ammissione a nidi e materne e che non è invece previsto alcun impedimento alla frequenza per la scuola dell’obbligo, risulta allo stato attuale che nessun bambino sul territorio dell’ATS Brianza è stato escluso dalla frequenza alle scuole dell’infanzia” spiegano dall’Ats, l’agenzia di tutela della salute della Brianza che coinvolge i territori delle Asst di Lecco, Monza e Vimercate.

I dati a metà ottobre

Questa la situazione a metà ottobre 2017e  dei nidi e scuole materne del territorio di ATS Brianza:

  • Delle 418 scuole materne presenti sul territorio di ATS  ( suddivise ASST Lecco 169 /ASST Monza 98/Asst Vimercate 151)  e dei 280 nidi (suddivise ASST Lecco 75 /ASST Monza 82/Asst Vimercate 123) hanno trasmesso gli elenchi  sullo stato vaccinale 63 tra scuole materne e nidi (suddivise ASST Lecco 13 /ASST Monza 24/Asst Vimercate 26).
  • I bambini segnalati in quanto non hanno presentato documentazione sono stati in totale 261.(6 7 nel territorio di Lecco, 77 nel territorio di Monza e 117 nel territorio di Vimercate)
  • Gli elenchi pervenuti sono stati inviati alle ASST di residenza dei bambini per i provvedimenti di competenza.

La situazione a metà novembre

A metà novembre 2017 la situazione delle scuole dell’obbligo del territorio di ATS Brianza è così risultata: delle 566 scuole /istituti comprensivi presenti sul territorio , 75 hanno inviato gli elenchi sullo stato vaccinale.  Gli  alunni che non hanno presentato documentazione sono stati 3486. Gli elenchi pervenuti sono stati inviati alle ASST di residenza degli alunni  per i provvedimenti di competenza.

Leggi anche:  Fuori Classe e Pro Loco: spazio agli adulti nel mercatino

Il commento dell’Ats

“Importante sottolineare il fatto che questi sono dati indicativi della reale situazione” Fanno sapere dall’Ats. “Ciò poiché non tutte le scuole hanno fornito gli elenchi dei propri iscritti. Inoltre delle scuole che hanno inviato i dati non tutti gli alunni frequentanti , che non hanno consegnato la documentazione ,sono realmente inadempienti. Avremo una situazione più precisa dopo il 10 marzo, data finale per la consegna dei documenti in originale da parte dei genitori dei minori 0-16 anni”.

I dati sul territorio dell’Agenzia di tutela della Salute della Brianza

“Da una preliminare raccolta dei dati presso le ASST risulta che ci sono state 715 richieste di appuntamento, 524 sono già stati fissati, 287 sono gli appuntamenti già evasi e 123 i soggetti che non si sono presentati” si legge ancora nella nota della  Agenzia di tutela della Salute della Brianza.   “Di questi ultimi 77 hanno richiesto un nuovo appuntamento. La copertura vaccinale sul territorio dell’ATS Brianza e delle singole ASST risulta allo stato attuale soddisfacente, in progressivo incremento nel corso del 2017 in coerenza con i dati nazionali che dimostrano una maggiore copertura dopo l’introduzione della Legge sull’obbligo vaccinale”.

Gli obiettivi

Gli obiettivi regionali per l’anno 2017 di copertura  (95%) della terza dose ESAVALENTE (difterite, tetano, pertosse, poliomielite, epatite B, Haemophilus Influenzae tipo B) e della prima dose  MORBILLO-PAROTITE-ROSOLIA  per la coorte 2015 sono stati raggiunti e superati.