Nuovo patto a tutela dei cittadini, tra i vertici dell’Arma dei carabinieri e i sindaci del territorio meratese. Dopo il successo riscosso dalla collaborazione stretta con le parrocchie, che nei giorni scorsi ha permesso di portare i carabinieri sui pulpiti delle chiese così da raggiungere un gran numero di fedeli, l’Arma ha proposto di avvicinare ancor più i carabinieri ai cittadini attraverso l’attivazione nei vari municipi di uno sportello di ascolto mensile.

Uno sportello gestito dai Carabinieri

L’iniziativa, proposta ai sindaci di otto Comuni del Meratese settimana scorsa, è stata accolta subito con entusiasmo, al punto che nel giro di poche ore sono stati definiti i giorni e gli orari in cui gli sportelli saranno attivati in ciascun Comune.  L’intento è quello di dare vita ad un servizio di ascolto nei municipi finalizzato a incrementare il senso di prossimità dell’Arma nei confronti della popolazione e a fornire ai cittadini, e in particolare alla fasce deboli, vale a dire anziani e persone sole, consigli utili ad evitare di cadere vittime di truffe e raggiri. Sarà l’occasione per segnalare eventualmente anche situazioni particolari, ma non per effettuare denunce, ché quelle potranno essere raccolte solo in caserma, in via Gramsci. Ad offrire consulenza e consigli, a cadenza mensile, alla stessa ora e nello stesso posto, i cittadini troveranno nei Comuni il comandante della Stazione di Merate, il luogotenente Edonio Pecoraro il cui volto è diventato ormai famigliare.

Dal 6 dicembre, il primo giovedì del mese

Ad inaugurare gli sportelli, il primo giovedì di ogni mese a partire dal 6 dicembre, saranno i Comuni di Montevecchia (dalle 11 alle 12) e di Osnago (dalle 14.30 alle 15.30). Merate e Cernusco ospiteranno lo sportello il secondo giovedì del mese, dal 13 dicembre: Cernusco dalle 14.30 alle 15.30 e Merate dalle 17 alle 18. Il terzo giovedì del mese, a partire dal 20 dicembre, toccherà a Robbiate (14.30-15.30) e Imbersago (16.30-17.30). Infine, il quarto giovedì del mese il servizio sarà ospitato dai Comuni di Paderno (14.30-15.30) e Verderio (16-17). Questo in via sperimentale, eventuali aggiustamenti saranno apportati al servizio una volta valutato l’interessamento dimostrato dai cittadini.