Un lavoro di squadra permetterà di pulire e rendere più sicuro l’alveo della Valle dei Mulini (nel territorio di Vendrogno Val Grande), anche per evitare situazioni d’allarme come quelle che hanno colpito i paesi durante le alluvioni dell’agosto appena trascorso.

Unione Bellano Vendrogno e Provincia: lavoro di squadra per ridurre il rischio idrogeologico

“Ringraziamo la Provincia di Lecco – evidenzia il Sindaco di Bellano Antonio Rusconi – che ha scelto di premiare questo nostro progetto con un contributo in materia di prevenzione del rischio idrogeologico, nell’ambito dell’iniziativa Fiumi sicuri, di 2.680 euro; l’Unione di Bellano e Vendrogno comparteciperà poi alle spese per l’intervento”.

“Crediamo –  continua il primo cittadino – che sia un altro virtuoso esempio di cooperazione dei due territori, uniti come in questo caso in un unico territorio, e tra enti. Infatti, oltre alla collaborazione tra i Comuni di Bellano e Vendrogno e il contributo della Provincia di Lecco, l’intervento che verrà effettuato vedrà il lavoro congiunto della Protezione Civile ANA di Bellano, della squadra Antincendio Boschivo di Vendrogno, dell’Antincendio Boschivo di Lecco,e della sezione Alpini Ana di Lecco. Il Soccorso bellanese poi sarà sul posto pronto ad intervenire in caso di necessità. Saranno circa 50 persone di tutti questi soggetti che si riuniranno in almeno una giornata nelle prossime settimane per effettuare quest’operazione”.

L’alveo della Valle dei Mulini, che appartiene al reticolo idrico maggiore di competenza di Regione Lombardia (che ha già autorizzato prontamente il lavoro di sistemazione e pulizia) presenta probabilmente la situazione più critica in termini di pericolosità per il territorio di Bellano e Vendrogno, come si è evidenziato durante le recenti alluvioni estive, per la presenza di materiale e alberi che sono franati e posso occludere il corso idrico. Il corso d’acqua.