Solo i più boccaloni e la stampa meno attenta potevano cadere nella bella trappola mediatica di Pietro Pensa.

LEGGI ANCHE 

Paese in vendita: Ricciardelli scrive a Pensa: “Sono indignato”

Paese in vendita: la vicenda di Esino Lario approda in Regione VIDEO

Paese in vendita: ECCO LA SPIEGAZIONE DEL SINDACO – VIDEO

Nel Lecchese c’è un intero paese in vendita: “Non abbiamo più le risorse” FOTO

Una bella trappola mediatica…

La qualità di esecuzione del video, della cartellonistica, i costi delle pagine sul Corriere e La Stampa, l’improbabilità della vendita di un municipio, l’intelligenza e la raffinatezza che hanno caratterizzato la comunicazione, la straordinaria provocazione e l’azzardo del piccolo comune… Tutti elementi sufficienti, anche senza Sherlock Holmes, per capire che quello di Esino è solo un modo per creare visibilità, per preparare il terreno  per qualcosa di più grande. Se a questo si aggiunge che il domicilio legale di uno dei più grandi provider per la connessione nei luoghi più ameni è nello stesso comune in cui lavora Pietro Pensa… Non serviva la Maga Circe per fare tombola. In settimana vedremo il sindaco Pensa sorridere e incassare, e tanti allocchi pronti a scandalizzarsi diventare rossi di vergogna per non aver capito nulla ed essersi prestati al gioco senza nemmeno staccarne (come farà Esino) un che di utile.