Si potrebbe anche spegnerla, invece la luce resta accesa anche quando non serve. Accade in municipio a Casatenovo e la segnalazione giunge da un noto cittadino fustigatore di questa amministrazione. A puntare il dito è infatti Vincenzo Campanella.

Luce accesa anche quando non serve

“Ho notato che in municipio, le luci sono sempre accese, anche quando non serve” scrive Campanella. “Chiunque abiti in un condominio, o è stato in un albergo sa che le luci sono a tempo. Quando servono con l’apposito pulsante (visibile anche al buio) si possono accendere e dopo un certo lasso di tempo si spengono autonomamente. Questo semplice accorgimento consente notevoli risparmi, ma a quanto pare in municipio, la si pensa diversamente” sostiene il casatese.
“Inoltre girando per il paese, si nota che spesso i lampioni sono accesi/spenti con notevole anticipo/ritardo rispetto al necessario. Ricordo che tra le tante proposte (mai realizzate dal governo Monti ) vi era l’idea di spegnere mezza ora prima i lampioni e accenderli mezza ora dopo. L’incongruenza si nota anche perché a distanza di pochi metri si hanno lampioni accesi e altri no”.

Piccoli risparmi sommati fanno un grande risparmio

“Naturalmente sono piccole cose, ma moltiplicate per centinaia di punti luce, moltiplicate per migliaia di comuni italiani e forse ne varrebbe la pena, di regolare le foto-cellule,di applicare timer alle luci” suggerisce Campanella.
“Certo fa più notizia annunciare la sostituzione delle vecchie lampadine o bearsi del limitato consumo delle torri del campo sportivo (che spesso sono accese inutilmente ), ma forse una maggiore attenzione a queste piccole cose, porterebbe altrettanti risparmi” la conclusione.