Un lecchese nominato commissario straordinario dell’Ilva. Si tratta di Antonio Cattaneo, 56 anni, con casa a Oggiono. Cattaneo revisore contabile e responsabile nazionale della divisione Forensic di Deloitte, è stato scelto dal Ministro dello Svilippo Economico Luigi di Maio, insieme ad altri due commissari ovvero  Francesco Ardito,avvocato e dirigente della Aqp spa Antonio Lupo.

Un lecchese nominato commissario straordinario dell’Ilva di Taranto

La scelta è stata ufficializzata oggi, mercoledì 3 aprile 201.  La nomina è arrivata  a poche ore dalle dimissioni dei precedenti Commissari, Corrado Carrubba, Piero Gnudi ed Enrico Laghi, e ha preceduto la prima seduta del Tavolo istituzionale permanente a guida Mise, aprendo le porte alla realizzazione dei progetti per il futuro di Taranto, alle attività di bonifica e al rilancio economico e sociale del territorio.

Chi è Antonio Cattaneo

E’ nato a Lecco, il 14 febbraio 1963. Laureato in Economia presso l’Università Bocconi, Milano. Revisore contabile e dottore commercialista, è iscritto all’Albo dei Periti Penali del tribunale di Milano (per le specialità: valutazioni d’azienda, contabilità e bilancio, analisi finanziarie) e all’Albo dei Consulenti Tecnici del tribunale di Milano (per le specialità: contabilità e bilancio, arbitrati). È inoltre consulente tecnico d’ufficio in procedimenti civili e penali su incarico del tribunale e/o di collegi arbitrali e consulente tecnico di parte in procedimenti civili e penali e in procedimenti di arbitrato. Ha maturato esperienze significative nelle attività di audit di società nel settore editoriale; revisione contabile di società industriali quotate alla Borsa di Milano e due diligence/transaction transaction support services). Ha iniziato a collaborare con Deloitte & Touche nel 1987 e nel 2000 è stato nominato partner della divisione Dispute Consulting & Forensic Investigation di Deloitte Financial Advisory Services