Un cisanese in Cina: Roberto Donadoni, classe 1963, vecchia gloria del Milan e della Nazionale e ormai da diversi anni allenatore di fama internazionale, è il nuovo tecnico dello Shenzhen Fc, squadra militante nel campionato cinese.

Roberto Donadoni in Cina

Anche il tecnico di Cisano Bergamasco ha ceduto alle sirene (e ai lauti stipendi) del campionato cinese, seguendo le orme di altri allenatori italiani che da anni hanno fatto da apripista nella terra del Dragone come Marcello Lippi e Fabio Cannavaro. Fermo da un anno dopo tre anni nei quali ha raggiunto buoni risultati allenando il Bologna, in Serie A, Donadoni ha quindi deciso di tentare la strada in Cina uscendo per la prima volta dai confini nazionali da quando fa il mister (da giocatore aveva invece giocato nei New York Metro Stars e nell’Al-Ittihad).

Gli esordi sulla panchina del Lecco

La carriera da calciatore di Donadoni è legata principalmente al Milan, nel quale ha giocato dal 1986 al 1996 e di nuovo dal 1997 al 1999 dopo la breve parentesi americana. Prima di quella rossonera aveva vestito, da giovanissimo, la casacca nerazzurra dell’Atalanta. Alla vecchia gloria di Cisano Bergamasco sono però molto affezionati anche i tifosi blucelesti: la prima squadra che ha allenato, nel 2001-2002, è stata proprio la Calcio Lecco del prefallimento per mano di Belardelli. L’ottima stagione all’ombra del Resegone lo lanciò nel firmamento del calcio che conta, sulle panchine di Livorno, Genoa, ancora Livorno, quindi della Nazionale Italiana nell’avventura dell’Europeo 2008, Napoli, Cagliari, Parma e Bologna.