E’ ufficiale: Marco Molgora è il nuovo presidente del Parco di Montevecchia. La votazione (si è resa necessaria la seconda, perché alla prima non sono stati raggiunti i due terzi) è avvenuta nella serata di oggi, lunedì 4 novembre, durante l’assemblea della Comunità dell’ente.

Marco Molgora nuovo presidente

Marco Molgora, primo da destra

E’ l’ex sindaco di Osnago ed ex assessore provinciale all’Ecologia il successore di Eugenio Mascheroni, presidentissimo del Parco, alla guida dell’ente per circa 30 anni. Durante l’assemblea della Comunità, tenutasi questa sera, Molgora (che era sostanzialmente l’unico candidato, come anticipato dal Giornale di Merate) ha ottenuto i voti compatti delle Amministrazioni di centro-sinistra. “Rappresenta la storia del parco, è preparato, ha grande esperienza e assoluto valore” ha dichiarato il sindaco di Montevecchia Franco Carminati, dando dunque la sua totale “benedizione” alla candidatura di Molgora. Sulla stessa linea d’onda Davide Maggioni di Sirtori.

Il centro-destra si astiene

Matteo Fratangeli, Claudio Usuelli, Massimo Panzeri ed Eugenio Mascheroni

Chi ha apertamente criticato la candidatura di Molgora è stato il sindaco di Merate Massimo Panzeri, che durante la votazione ha optato per una cauta astensione. “Nulla a livello personale, ma mi sarebbe piaciuto ragionare in un’altra maniera, non con un nome, prendere o lasciare” ha affermato il borgomastro del paese di riferimento del territorio meratese. Stessa decisione quella presa da Matteo Fratangeli, assessore di Olgiate Molgora, altro Comune a guida centro-destra. Netta caduta di stile invece per il presidente della Provincia Claudio Usuelli, che ha motivato la sua astensione così: “Mi ero dato questa regola nel caso non ci fosse stata l’unanimità. E comunque anche se me lo indicaste tra il pubblico non lo riconoscerei…”.

Leggi anche:  Cena degli imprenditori per raccogliere fondi per il Campaniletto

Non essendo stati raggiunti i due terzi dei votanti, si è resa necessaria la seconda votazione. A quel punto Molgora è risultato eletto: uniche astensioni quelle di Merate, Olgiate e del presidente della Provincia. A favore invece Lomagna, Sirtori, Osnago, Montevecchia, La Valletta Brianza, Missaglia e Viganò.

Le parole del nuovo presidente

Roberta Trabucchi, Paolo Redaelli, Fabio Bertarini e Marco Molgora

“So che la mia non è una figura semplice, ho una storia politica alle spalle. Nel momento in cui rappresento un ente questo aspetto non sarà però coinvolto, c’è la volontà di un percorso condiviso con il Consiglio e con i sindaci”: queste le prime parole di Molgora da presidente, che ha raccolto l’applauso dell’assemblea e l’augurio di buon lavoro da parte dei sindaci.